WordPress cache Seeweb: velocità super e nuove funzionalità

WordPress: la cache Seeweb per una drastica riduzione dei tempi di caricamento dei contenuti 

 

WordPress cache: il CMS più popolare ti mette già a disposizione diversi plugin con cui probabilmente già stai ottenendo ottimi risultati.
Ma se il tuo blog o sito da un livello di traffico medio o iniziale sta cominciando ad attrarre più utenti del previsto, e volessi potenziare ulteriormente gli strumenti di caching adottati?

Sito WordPress che cresce: come ti attrezzi

 

Se il tuo sito fatto in WordPress non spicca più il volo oppure il numero di visite sta superando la tua media e vuoi velocizzarlo, oltre ai plugin normalmente utilizzati puoi provare di quanto si riducono i tempi di caricamento delle pagine attivando, anche solo per qualche giorno, una cache che sui portali WordPress dei nostri clienti sta dando ottimi risultati.

Parliamo del Web Accelerator, che puoi affiancare al tuo web server testando come riesca a diminuire notevolmente il carico anche in momenti di picco.

Cosa fa la cache ideale per il tuo CMS preferito

 

L’appliance che abbiamo sviluppato agisce in modo tale da funzionare sia sulle pagine statiche che anche sulle pagine dinamiche. Web Accelerator è infatti in grado di fare una copia di ogni singolo elemento che può essere per esempio un CSS oppure un file html o, ancora, un’immagine… Che viene salvata e resta a disposizione dell’utente.
Oggi, poi, la nostra WordPress cache ha delle funzioni in più che la rendono ancora più completa.

Perché una cache Seeweb quando ci sono già dei plugin ad hoc di WordPress?

 

La cache WordPress Seeweb è un’ulteriore potenziamento rispetto al lavoro che già fanno i plugin messi a disposizione dal CMS.

Infatti:

  • riduce il numero di connessioni verso il server, con la possibilità di impostare in maniera personalizzata la durata della cache;
  • effettua anche il caching dei contenuti statici come html, css, gif, jpeg;
  • effettua il caching delle pagine dinamiche già processate senza  necessità di coinvolgere lo stack Apache-PHP-MySQL;
  • abbatte il carico di lavoro su server web e DB in quanto inoltra le chiamate che arrivano da Internet in maniera bilanciata verso uno o più server

 
Un importante strumento non solo protegge da diverse tipologie di attacchi Dos;
consente di ottimizzare i costi, eliminando la necessità di richiedere un incremento di risorseIl tutto, non richiedendo modifiche al sito web.

Come si attiva la cache WordPress

 

Prima di tutto per attivare la cache WordPress Seeweb occorre avere prodotti del tipo:

 

Non è quindi al momento disponibile per servizi esterni se non a progetto.
Facendo l’ordine della nostra soluzione dal sito, si dovrà poi specificare con una nota all’ordine il dominio principale di riferimento, quello sul quale il servizio deve essere configurato.
Ti stai chiedendo se dovrai apportare delle modifiche di qualche genere al fine di rendere attivo ed efficace il Web Accelerator?
Se ti stai facendo questa domanda, la risposta è no: infatti, l’unica attività che devi considerare è quella di spostare il puntamento del sito su cui vuoi attivare la cache, sul nuovo indirizzo IP.
Questo permetterà di far passare il traffico sul Web Accelerator e non più sul sito principale, che in questo modo andrà a dirottare il traffico sul nuovo spazio alleggerendo il sito stesso.

Le ultime novità

 

Il pannello del Web Accelerator oggi – rispetto all’ultimo post in cui ne abbiamo parlato – permette nuove funzionalità come per esempio:

  • visualizzazione dello status di HA (High Availability)
  • visualizzazione delle statistiche di utilizzo e del numero di connessioni verso il backend
  • grafici dei picchi di utilizzo, che mostrano il numero di connessioni gestite
  • status dell’uso della cache (ovvero, quanto la stai sfruttando?)
  • oggetti memorizzati in cache
  • status delle richieste in tempo reale

 

pannello-di-amministrazione-de-web-accelerator-seeweb

Il pannello di amministrazione del Web Accelerator Seeweb

Il Web Accelerator ti permette anche una gestione manuale della cache con Purge al fine di fare debug e analisi.

La sezione delle statistiche

Se desideri fare una prova del servizio e verificare – attraverso il numero di connessioni che riesce a gestire l’appliance – come puoi migliorare la velocità del tuo sito WordPress, contattaci in live chat!

 

No Comments

Post a Comment

85 − 82 =

*

Accedi

Password dimenticata?