backup recovery test

Backup recovery test: metti alla prova il tuo backup!

Backup dei dati: oggi c’è più consapevolezza. Ma per ridurre ogni rischio, un responsabile IT non può tralasciare di fare i dovuti backup recovery test I clienti sono sempre più consapevoli dell’importanza di Leggi »

cryptlocker

Ransomware sempre più diffuso: cos’è e come ti proteggi?

Ransomware: se ne parla tanto. E non perché sia una minaccia nuova ma perché è in aumento. Cosa fare? Cosa sono esattamente i ransomware? Sono dei malware in grado di bloccare l’operatività di Leggi »

vendor lock-in

Vendor lock-in: se lo conosci lo eviti!

A voler essere espliciti, il vendor lock-in è un “intralcio”. Ostacolare il passaggio da un fornitore a un altro, rendendo il processo di spostamento complesso e costoso. Vendor lock-in ovvero come dipendere da Leggi »

ssl certificates Let's Encrypt vs Geotrust

Scegliere un certificato SSL: Let’s Encrypt vs Geotrust

Perché dovrei comprare un certificato se c’è Let’s Encrypt? Le risposte ai tuoi dubbi in tema di https Oggi che il certificato SSL è diventato praticamente parte di ogni progetto IT, la domanda Leggi »

Disaster recovery plan: che cosa sono RTO e RPO?

Hai bisogno di un piano di disaster recovery? Cosa sono RTO e RPO? Le domande che devi farti quando stai progettando la tua infrastruttura IT Ti sei mai chiesto cosa accadrebbe se un Leggi »

Backup recovery test: metti alla prova il tuo backup!

backup recovery test

Backup dei dati: oggi c’è più consapevolezza. Ma per ridurre ogni rischio, un responsabile IT non può tralasciare di fare i dovuti backup recovery test

I clienti sono sempre più consapevoli dell’importanza di avere un buon backup a protezione dei propri dati. Dati sempre in aumento, dati sempre più “patrimonio” da tutelare, e che un web sempre più insidioso mette a rischio.
Il backup è un elemento essenziale a corredo di scelte infrastrutturali e di configurazione.
Quello fornito da Seeweb, poi, è remoto (disaster recovery) e “ci permette di recuperare lo storico file a seconda delle esigenze, e dalle 2 versioni in sù. Ha inoltre un’ottima retention: possiamo recuperare i dati salvati anche fino a 60 giorni dalla loro cancellazione. In maniera incrementale, il backup TSM di IBM fa la copia di tutti i dati del fyle system senza modificare permessi e owner” come ci spiega Piero Delle Chiaie, capotecnico Seeweb.
Ma avere un backup solido e affidabile ci garantisce al 100% che, in caso di necessità di restore, i dati siano recuperabili?
La risposta è no.

Ransomware sempre più diffuso: cos’è e come ti proteggi?

cryptlocker

Ransomware: se ne parla tanto. E non perché sia una minaccia nuova ma perché è in aumento. Cosa fare?

Cosa sono esattamente i ransomware? Sono dei malware in grado di bloccare l’operatività di un’azienda: criptando dati importanti, rendono il loro legittimo proprietario impossibilitato ad aprirli e ad accedervi.

Di ransomware ne esistono due tipologie principali: i cryptor e i blocker.

  • Cryptor: criptano i documenti e, in cambio della chiave di crittografia, chiedono un riscatto in denaro
  • Blocker: bloccano l’accesso al dispositivo infetto. La vittima non è in grado di accedere al sistema. Anche qui, generalmente viene richiesto un riscatto.

Come si verifica un ransomware?
Normalmente, la vittima riceve una email con un link o un allegato malevolo. Oppure, il ransomware può originarsi aprendo l’allegato malevolo di un’email, da un clic su un pop-up ingannevole o semplicemente visitando un sito web compromesso.
I ransomware arrivano a bloccare lo schermo di un utente e a crittografarne i file, tanto che sul PC si visualizza un messaggio con la richiesta di riscatto del criminale.

Il messaggio resta lì fino a quando il computer non viene rimosso.

C’è anche da dire che non sempre il pagamento del riscatto ti assicura di tornare a riprenderti il controllo dei tuoi dati. Anzi, potrebbe addirittura farti rischiare ulteriori cybercrime.

Cosa fare per proteggerti al meglio?

  • non aprire allegati di mail sospette
  • non visitare siti web sospetti
  • non cliccare su link sospetti di Phishing
  • fai backup regolari, magari con la possibilità di recuperare più versioni dello stesso file
  • utilizza un buon antivirus

Avere un buon antivirus sul tuo server Seeweb ti protegge dal Ransomware? Assolutamente sì, perché mette un filtro sicuro su tutto quello che è in hosting (applicazioni, posta, siti web etc).

Avere un antivirus sul tuo server Seeweb è efficace anche in caso di malware causato dalla navigazione di siti esterni alla tua rete? In questo caso, è bene che anche sul tuo computer tu disponga di un ottimo antivirus, ma il fatto che il tuo server sia protetto permette di bloccare il dialogo tra l’infezione della tua postazione e le applicazioni e i servizi ospitati in Seeweb.

Vendor lock-in: se lo conosci lo eviti!

vendor lock-in

A voler essere espliciti, il vendor lock-in è un “intralcio”. Ostacolare il passaggio da un fornitore a un altro, rendendo il processo di spostamento complesso e costoso.

Vendor lock-in ovvero come dipendere da un vendor di software o da un provider e non potere migrare velocemente e in serenità i tuoi servizi se hai deciso di spostarti.

Questa “prigione tecnologica” è una realtà di cui molte aziende hanno fatto esperienza quando hanno deciso di migrare, rendendosi conto di aver scelto un sistema costruito “a monte” in modo tale da rendere difficile lo spostamento su un altro service provider.
Creare, gestire e migrare le tue applicazioni in libertà e mantenere il controllo sui tuoi dati è molto importante, a maggior ragione se il tuo business è molto basato sull’online. Quindi?

Assicurati sempre di avere la tua libertà di spostarti e cambiare tecnologia senza il ricatto di costi elevatissimi e difficoltà di tipo tecnico.

Scegliere un certificato SSL: Let’s Encrypt vs Geotrust

ssl certificates Let's Encrypt vs Geotrust

Perché dovrei comprare un certificato se c’è Let’s Encrypt? Le risposte ai tuoi dubbi in tema di https

Oggi che il certificato SSL è diventato praticamente parte di ogni progetto IT, la domanda che potresti farti non è più se ti occorre l’https ma quale certificato fa al caso tuo e anche: “Perché dovrei pagare un certificato SSL quando esiste Let’s Encrypt?”.
La domanda è assolutamente spontanea e Let’s Encrypt è davvero un certificato completamente gratuito: è stato ideato da una Certificate Authority senza scopo di lucro.
Riconosciuto dai vari browser web, Let’s Encrypt offre un meccanismo automatico per richiedere e rinnovare il certificato stesso.

E allora, perché dovrei comprare un certificato Geotrust?
Se ogni giorno vengono venduti tantissimi SSL forniti da CA commerciali, c’è un motivo. Anzi, ci sono più motivi.

Accedi

Registrati | Password dimenticata?