Velocizzare WordPress: Caching Plugins & APC

Secondo quanto riportato sul sito ufficiale ed in base agli ultimi dati statistici, WordPress è il Content Management System più utilizzato in assoluto.

 
Velocizzare WordPress
 
Abbiamo eseguito alcuni benchmark, volti a migliorare la user experience, il posizionamento sui motori di ricerca e a diminuire le risorse impiegate (RAM e CPU) da questo software.

Per ottenere tali risultati in termini di velocità di visualizzazione delle pagine web, è bastato avvalersi di un sistema di caching e principalmente di appositi plugin, installabili gratuitamente su tutti i prodotti in hosting in completa automonia.

Ma cosa significa generare una cache del proprio sito?

Ogni qualvolta che un utente accede al vostro dominio, il codice sorgente PHP viene processato dal relativo interprete, il quale genera un bytecode per potere elaborare le istruzioni che daranno vita alla pagina web.

Tali operazioni verranno eseguite per ogni visitatore, anche se l’output risultante rimarrà invariato. Capirete dunque che c’è un impiego ingiustificato di risorse, che inficiano sia sulla velocità di accesso che sull’utilizzo di memoria.

Generare una cache il più delle volte non significa altro che processare solamente una volta una determinata pagina, salvandola su disco in formato testuale, al fine di fornirla a tutti gli utenti che la richiedono senza richiamare l’interprete PHP.

Tramite il profiler xhprof ed un client web da riga di comando (evitando quindi variazioni dovute al rendering delle immagini e del codice html da parte di un comune browser), abbiamo eseguito un test di questi plugin:

WP Fastest Cache
WP Super Cache
Hyper Cache
W3 Total Cache

In tutti i casi, si sono ottenuti miglioramenti di oltre il 73% in termini di velocità di visualizzazione del sito, senza aumentare in maniera apprezzabile il consumo di memoria.

Per ottenere performance maggiori, diminuendo del 58% il consumo di memoria, è bastato installare l’estensione “Alternative PHP Cache“.

Quest’ultimo componente può essere installato su tutti i prodotti che vi permettono di operare via SSH ed installare librerie di sistema, come ad esempio il Cloud Hosting ed il Cloud Server.

Di seguito i risultati ottenuti.

Wordpress plugin

2 Commenti
  • Riccardo

    9 marzo 2018 at 13:34 Rispondi

    Cosa intendete con:

    Per ottenere performance maggiori, diminuendo del 58% il consumo di memoria, è bastato installare l’estensione “Alternative PHP Cache“.

  • Chiara Grande

    26 marzo 2018 at 17:48 Rispondi

    Salve Riccardo,
    “Alternative PHP Cache“ è un’estensione dell’interprete PHP che va abilitata lato server e che essendo una cache permette di ridurre drasticamente il consumo di RAM del server per ogni processo PHP.
    Generalmente, ogni processo PHP = 1 visitatore (nella maggior parte dei casi).
    Questo strumento permette di raddoppiare i visitatori simultanei a parità di memoria installata sul server.
    I nostri clienti ce ne possono richiedere l’installazione a mezzo ticket.
    Nel caso delle ultime versioni (il nostro post è un po’ datato) nell’interprete PHP c’è integrata OP Cache che ha una funzione simile e che quindi non richiede l’installazione di APC o in generale moduli aggiuntivi.
    Consigliamo ad ogni modo una verifica con noi della corretta integrazione di OP Cache con le pagine web del sito.
    Grazie per il suo commento. Restiamo a disposizione!

Scrivi un Commento:

*

Accedi

Password dimenticata?