Mettereste i dati del vostro core business sul Cloud di un competitor?

Mettereste i dati del vostro core business sul cloud di un vostro concorrente?Scegliereste le piattaforme Cloud e le App di un vostro concorrente? Anche se si chiamasse Amazon AWS? E se voi vi chiamaste Walmart?

Qualcuno ha detto che la legge del capitalismo è sempre “tu o io” e mai “tu e io”.

Sarà per questo che Walmart, la più grande multinazionale di vendita al dettaglio al mondo, prima in assoluto per fatturato e numero di dipendenti, da un po’ di giorni sta duellando con un altro gigante a più teste, Amazon, generando non poco dibattito negli Stati Uniti.

Come si è generata la maretta tra i due colossi?

Prima realtà al mondo per fatturato e numero di dipendenti, Walmart ha deciso di dare uno stop all’utilizzo dei servizi di Amazon AWS, indicando ai suoi vendor tecnologici che vuole guardarsi intorno e adottare soluzioni cloud alternative.

E sembra che anche altri grossi retailer vogliano seguire la scelta di Walmart, tanto che Amazon non l’ha presa affatto bene, e un suo portavoce ha sentenziato che la catena di supermercati sta “tiranneggiando” i vendor ICT.

D’altro canto Toporek, portavoce di Walmart, ha fatto chiaramente capire che, per loro, i vendor possono servirsi di qualsiasi cloud provider pensino adeguato alle loro necessità, ma  è giusto che un’azienda sia libera di scegliere di non farsi gestire i suoi dati “più sensibili” da un competitor.

Soluzioni Cloud: 5 benefici per gli eCommerce

Soluzioni Cloud i benefici per gli ecommerceNegli ultimi anni le aziende interessate a vendere i propri prodotti e servizi online hanno iniziato a scegliere sempre di più le soluzioni Cloud

Il mondo dell’eCommerce sta diventando sempre più Cloud, secondo quanto riportato da una recente indagine (fonte) il 72% dei rivenditori è alla ricerca di una nuova piattaforma di commercio digitale e la maggior parte decide di migrare verso una soluzione Cloud. I motivi possono essere molteplici, primo fra tutti la possibilità di focalizzarsi sul proprio business senza doversi preoccupare della gestione della piattaforma dell’eCommerce.

Oggigiorno se si ha un’attività online, come quella dell’eCommerce, è fondamentale avere un’infrastruttura cloud ottimizzata nel modo giusto. In grado da supportare picchi di traffico, garantire affidabilità del servizio offerto, protezione dei dati degli utenti, e molto altro. Quello che stiamo vivendo è l’anno della “great migration“, ovvero il momento in cui la migrazione delle aziende verso soluzioni cloud subirà una crescita esponenziale. Occorre quindi capire meglio di cosa si tratta e quali sono i vantaggi delle piattaforme in Cloud.

Certificato SSL: come effettuare la migrazione da HTTP a HTTPS lato SEO

Certificato SSL la migrazione SEO da Http a HttpsL’installazione di un certificato SSL dal punto di vista SEO è un’operazione molto delicata. Vediamo insieme quali sono i passaggi da seguire

Una volta acquistato il certificato SSL e installato, occorre occuparsi della migrazione da HTTP a HTTPS e, quando si ha a che fare con la SEO, è sempre un po’ una questione di esserci o non esserci (sulla serp).

A maggior ragione, dopo aver installato il certificato SSL, se non si eseguono determinati passaggi ci si affida al caso rischiando di subire bruschi cali di traffico con perdita di ranking da un lato e di trust dall’altro, nei confronti dell’utente.

Intervista a PianetaOutlet.it: dal garage a una delle aziende più in crescita d’Europa

Intervista Seeweb a Camine Grassio di PianetaOutlet.it

Inserita nella classifica del Financial Times tra le 1000 aziende più in crescita d’Europa, PianetaOutlet.it sceglie Seeweb come partner tecnologico

In Italia è il momento del Mercato 4.0 e nel 2017 per l’eCommerce si prevede una crescita annua vicina al 19% che dovrebbe portare il valore delle transazioni a quota 23 miliardi circa. Secondo i dati di Netcomm, sono sempre di più gli italiani multi device e, l’80% degli acquisti avviene mediante smartphone. Si tratta di un mercato di dimensioni straordinarie, destinato a svilupparsi ulteriormente. 

Se viaggi ed elettronica sono i prodotti più cercati e acquistati online, l’abbigliamento, i mobili e persino i prodotti alimentari (freschi e non), rispetto allo scorso anno hanno avuto un’impennata senza eguali. C’è quindi da dire che, nonostante il nostro Paese rimane in ritardo per alcuni aspetti rispetto all’Europa (dei trenta milioni di italiani che navigano in Internet, dieci non acquistano online), i dati sono più che incoraggianti.

A tal riguardo abbiamo chiesto a Carmine Grassio che gestisce l’eCommerce di scarpe online PianetaOutlet.it, una delle 1000 aziende più in crescita d’Europa secondo il Financial Times, di raccontarci del mondo eCommerce italiano e da quale intuizione nasce il progetto che, col tempo, è diventato una miniera d’oro.

Accedi

Registrati | Password dimenticata?