velocizzare-wordpress

Velocizzare WordPress con Seeweb

Velocizzare WordPress e monitorare le prestazioni del tuo sito: ricette per aumentare le conversioni

 

Le statistiche parlano chiaro: se le performance di caricamento di un sito scendono anche di un solo secondo, puoi arrivare a perdere circa il 7% delle conversioni e per questo velocizzare WordPress deve essere un tuo obiettivo costante se vuoi aumentare il successo del tuo sito web.
Ilya Grigorik
, Web Performance Engineer di Google, ha affermato chiaramente che la velocità del sito e il time to first byte (TTFB) vengono presi in grande considerazione dal noto motore di ricerca.
Sono stati fatti anche degli studi dai quali è emerso che se il sito impiega più di 2/3 secondi a caricarsi, aumenta il tasso di abbandono degli utenti.
Questo influisce anche sul social engagement: se il tuo sito viene abbandonato perché il visitatore non vuole aspettare, i link alle tue pagine non verranno condivisi e si ridurrà la possibilità di attrarre altri, futuri click.

 velocizzare-wordpressGli strumenti Seeweb per accelerare WordPress

 

Seeweb ti fornisce due strumenti essenziali per velocizzare WordPress:

    • uno strumento-cache che lo accelera, Web Accelerator
    • uno strumento di monitoraggio della velocità e delle prestazioni del sito, Cloud Monitor

 

Il Web Accelerator ha il compito di ottimizzare l’accesso ai siti web e velocizzare WordPress riducendo le richieste e quindi il carico dei server web, con un notevole risultato in termini di performance.

Avendo un effetto sia sui contenuti statici che dinamici e senza modifiche da fare al tuo sito.
Ti potrai chiedere: velocizzare WordPress è già possibile con i plugin WordPress esistenti. Perché dovrei utilizzare una cloud appliance esterna come la cache Web Accelerator Seeweb?
A questa domanda ci risponde Luca Ercoli, ethical hacker di Seeweb particolarmente appassionato del mondo WordPress e delle strategie di reputation aziendale.

Il Web Accelerator secondo Luca

 
“Il Web Accelerator Seeweb diminuisce notevolmente il time to first byte, dando una marcia in più a livello SEO.
Con il vantaggio oltretutto di gestire separatamente le richieste, evitando di fare upgrade massivi sul backend.
I plugin WordPress già disponibili, per quanto scritti bene, lavorano comunque con l’interprete PHP e quindi aggiungono un layer in più sia di latenza che di consumo di risorse.”

Oltre che integrare con gli usuali plugin di WordPress, anche monitorare le prestazioni per agire in tempo reale in caso di rallentamento è funzionale al successo del tuo progetto WordPress, ci spiega Luca.

In particolare, dotarsi di strumenti come Cloud Monitor permette di monitorare nel tempo le prestazioni.

Monitorare le prestazioni di WordPress senza pensieri

 
Con il monitoraggio Full Page Load offerto da Cloud Monitor potrai vedere quanto tempo impiega il caricamento della pagina, grazie a un vero e proprio tracciamento dei tempi di load di ogni immagine, CSS, RSS etc. E avrai modo di “metterti nei panni” del tuo visitatore: user experience e livello di soddisfazione di chi naviga il tuo sito WordPress saranno sempre sotto controllo.
E, se qualcosa sta rallentando le tue pagine, il sistema ti avvisa: così potrai intervenire subito e mettere immediatamente in campo le attività utili a velocizzare WordPress.

 

No Comments

Post a Comment

54 − = 46

Accedi

Password dimenticata?