Come rendere WordPress multilingua?

Breve guida per creare e gestire un sito WordPress multilingua

Avere un sito è importante, poterlo promuovere in tutto il mondo lo è ancora di più. E quale modo migliore se non quello di tradurlo in varie lingue? Vediamo insieme come rendere un sito WordPress multilingua.

Per prima cosa avremo bisogno delle traduzioni, ma questo è un altro aspetto della realizzazione di un sito web multilingua; In questo articolo infatti, ci soffermeremo sugli aspetti tecnici e su come implementare in modo corretto le funzionalità di cui abbiamo bisogno all’interno del nostro sito WordPress.

Il processo di internazionalizzazione consiste sostanzialmente nel riuscire a rendere disponibili traduzioni dei nostri contenuti, del nostro template e di ogni singolo plugin situato all’interno del sito web che stiamo sviluppando. Oggi vi forniremo tre soluzioni, probabilmente le più utilizzate dagli sviluppatori, sarete voi alla fine a tirare le somme e scegliere quella che più si avvicina alle vostre esigenze

Drupal 8 come muovere i primi passi: installazione CMS e moduli

Oggi passeremo al setaccio la nuova release del CMS Drupal, arrivato alla sua ottava revisione

Drupal è da sempre considerato uno dei CMS più affidabili e sicuri al mondo. Nonostante la sua ripida curva di apprendimento, che lo rende poco appetibile per i neofiti ma molto apprezzato dagli esperti del settore, rappresenta senza dubbio una soluzione altamente professionale.

Installare Drupal 8 in tre semplici step

Il primo passo da compiere per poter realizzare il nostro sito web in Drupal è senza dubbio quello di installarlo. La procedura di installazione è molto semplice e consta sostanzialmente di tre passaggi chiave

  1. Inserire i files di Drupal all’interno della web directory
  2. Creare un database, preferibilmente mySql
  3. Avviare lo script di installazione

I files di installazione di Drupal possono essere reperiti direttamente dal sito web del produttore, vale a dire Drupal.org

Come fare il backup WordPress con l’aiuto dei plugin

Oggi analizzeremo da vicino un aspetto fondamentale in tema di sicurezza: stiamo parlando del backup WordPress

La sicurezza di un sito WordPress è forse uno degli aspetti maggiormente sottovalutato dai webmaster. Proteggere i dati significa garantire maggiori sicurezze ai propri utenti oltre che a se stessi. Vedremo insieme come eseguire dei backup WordPress automatici e schedulati per mettere al sicuro i dati da possibili errori di programmazione e da attacchi da parte di malintenzionati.

Quali sono i dati da tenere al sicuro?

Nulla va lasciato al caso, ogni singolo file può essere oggetto di errori, ragion per cui è importante avere a portata di mano una copia del nostro sito perfettamente funzionante da poter ripristinare facilmente all’occorrenza. Naturalmente non tutti i files rivestono la stessa importanza: in soldoni non tutte le componenti del sito sono vitali per il suo corretto funzionamento.

Ecco perché abbiamo stilato una lista di ciò che è fondamentale mettere al sicuro.

Errore 500 su un sito WordPress: best pratice per l’immediata risoluzione

WordPress e l’errore 500: le best practice per la risoluzione dell’Internal Server Error

Quante volte vi è capitato di imbattervi in una schermata “Internal Server Error” durante la realizzazione o la modifica di un sito web?

Gli status code ci aiutano a capire da vicino cosa sta accadendo sul server. Il più famoso è senza dubbio il 404 che corrisponde a “Pagina non trovata”, seguito a ruota dal 200, dal 301, dal 302 e dal 500. Proprio quest’ultimo, l’errore 500, può diventare un vero e proprio nemico dei webmaster.

Oggi andremo dunque ad analizzare questo status code, che corrisponde ad un errore interno al server, e scopriremo come fronteggiarlo all’interno di un sito web sviluppato su piattaforma WordPress.

Ma cos’è l’errore 500 in WordPress?

Innanzitutto bisogna dire una cosa, l’errore 500, come ogni altro status code, non è collegato in nessun modo alla piattaforma utilizzata: può presentarsi in un sito WordPress, così come su uno sviluppato in Joomla, Drupal, Magento o piattaforma proprietaria.

Accedi

Registrati | Password dimenticata?