Num. Verde 800 11 28 25

Time Series Database: InfluxDB

Indice dei contenuti

InfluxDBGuida alla scoperta e all’installazione di InfluxDB su Debian 8.

 
InfluxDB è un database che rientra nella categoria dei Time Series Database (TSDB),  database appositamente progettati e ottimizzati per catalogare serie temporali di dati.
 
Questa tipologia di database è nata per ovviare a tutta una serie di limitazioni nel contesto delle serie temporali che i più famosi database (relazionali o flat file) hanno nello gestire questa tipologia di dati.

Per fare un esempio, se volessimo catalogare e poi poter manipolare i dati presi da un sensore di temperatura un TSDB è la scelta che fa per noi.

Quali sono le caratteristiche che rendono InfluxDB la scelta ideale per lavorare con serie di dati temporali?

  • Datastore progettato e implementato appositamente per serie di dati temporali;
  • Scritto interamente in Go e si compila in un unico binario senza dipendenze esterne;
  • Progettato per implementare facilmente API Http;
  • Ha un supporto al linguaggio SQL-like per interrogare facilmente i dati;
  • Consente ricerche veloci ed efficienti;
  • Ha un’interfaccia web funzionale.

Di seguito vi spieghiamo come installarlo su Debian 8.

Partiamo innanzitutto dall’installazione di curl (se non lo abbiamo):

apt-get update && apt-get install curl

Importiamo la chiave pubblica:

curl -sL https://repos.influxdata.com/influxdb.key | apt-key add -

Aggiungiamo i repository al sistema:

echo "deb https://repos.influxdata.com/debian jessie stable" | tee /etc/apt/sources.list.d/influxdb.list

Possiamo a questo punto installare il database:

apt-get update && sudo apt-get install influxdb

Terminiamo l’installazione avviando il servizio:

service influxdb start

Se sul nostro sistema Influxdb in esecuzione non risultano errori, possiamo testarne il funzionamento anche richiamando il webservice che nativamente ci mette a disposizione richiamando nel browser http://IP:8083/ dove IP è l’ip del nostro server.

Possiamo a questo punto creare un database, sia da cli che da interfaccia web che tramite api rest, in questa guida useremo la cli.

Digitiamo nel terminale:

influx

Avremo una risposta del genere:

Visit https://enterprise.influxdata.com to register for updates, InfluxDB server management, and monitoring.
Connected to http://localhost:8086 version 0.13.0
InfluxDB shell version: 0.13.0
>

Possiamo creare e utilizzare un database con i comandi:

> create database Test
> use Test
Using database Test

Inseriamo a questo punto dei dati di test, per esempio la temperatura rilevata da un sensore:

INSERT temperatura,sensore=1 esterna=26,interna=18

INSERT temperatura,sensore=1 esterna=27,interna=19

INSERT temperatura,sensore=1 esterna=28,interna=20

Possiamo richiamare i dati con la query:

> select * from temperatura;

Da qui si può partire facendo riferimento al manuale ufficiale per approfondire le funzionalità.

L’argomento è sicuramente molto vasto e questo articolo non vuole essere una guida esaustiva ma solamente un supporto alla scoperta e all’installazione per muovere i primi passi e per capire se InfluxDB può fare al caso vostro, magari per risolvere un problema che vi attanaglia da anni.

Nei prossimi articoli vi mostreremo come poter graficare con estrema semplicità i dati inseriti nel database attraverso Grafana.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli da non perdere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

92 − = 84