In arrivo il Database as a Service di Seeweb

Si chiamerà CloudDB e la prossima settimana sarà acquistabile sul nostro sito

Molti di voi lo attendono da tempo, per questo siamo molto contenti di presentarvelo e sopratutto di farvelo provare.
Il CloudDB sarà online sul nostro sito la prossima settimana e sarà scalabile e a fatturazione oraria come easy Cloud.
Cerchiamo di anticipare qui le possibili domande e curiosità su CloudDB.
A chi si rivolge CloudDB?
A chi vuole gestire il suo database su un prodotto nato per il database. E ha esigenze di replica e scalabilità in tempi brevi.
Per utilizzarlo servono competenze sistemistiche?
No. La replica geografica è gestibile con un click ed è possibile quando l’infrastruttura è in funzione. Vedrete quanto sia semplice da pannello ridondare dall’uno all’altro datacenter Seeweb!
In alternativa all’interfaccia web?
Si potrà replicare geograficamente direttamente via API, dalla propria applicazione. Tutte le funzioni principali del pannello possono essere richiamate via API RESTful permettendo una grande integrazione con la propria applicazione senza che sull’applicazione stessa occorra fare alcuna modifica.

Come sarà possibile fare il backup?
Il backup si potrà fare sempre comodamente, da interfaccia web, modificandone la frequenza, scaricare o ripristinare un set.
Fino a quante risorse si potranno avere su CloudDB?
CloudDB  si presenta con tre possibili profili di istanza: Small, Medium e Big. Quest’ultimo arriva sino a 4 GB di RAM  e 4 core Xeon o Opteron di almeno 2,2 Ghz.
Come avverrà la fatturazione?
Sarà oraria, come per easy Cloud l’uptime sarà del 99% se l’istanza sarà accesa per almeno un mese. Tutti gli importi e i consumi saranno verificabili da pannello.
Come avere maggiori informazioni?
Basterà contattarci a info@seeweb.com, al numero verde o sulla chat commerciale.
La prossima settimana sul nostro sito cercate CloudDB, il Database as a Service con cui realizzare una replica geografica dei propri dati in un click!
Il sistema di replica di CloudDB

Il sistema di replica di CloudDB

 

2 commenti a In arrivo il Database as a Service di Seeweb

  1. LoreLLo ha detto:

    Complimenti!
    Questo si che significa sfidare i grandi del cloud 🙂

    Si tratta di un DB SQL standard?
    Il passaggio da un master a uno slave è trasparente per l’applicazione o è necessario “puntare” a un db distinto?

    Grazie!

  2. Chiara Grande ha detto:

    Buonasera e grazie per il suo commento.
    Il passaggio da un master a uno slave se usa il proxy è trasparente: sarà poi il proxy a smistare il traffico.
    Quanto ai grandi del cloud, a chi si riferisce esattamente? Noi ci sentiamo già i grandi del Cloud 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accedi

Registrati | Password dimenticata?