Num. Verde 800 11 28 25

Seeweb-hosting-sostenibile

Hosting sostenibile: Seeweb Gold Partner di “The Green Web Foundation”

Seeweb diventa partner di The Green Web Foundation, fondazione internazionale che lavora per sensibilizzare il mondo digitale sul tema della sostenibilità ambientale. Obiettivo: arrivare ad alimentare l'80% del web attraverso energie rinnovabili
Indice dei contenuti

Il Coronavirus ci ha fatto mettere da parte le questioni ambientali: oggi sono l’andamento della pandemia e le sue conseguenze ad assorbire quasi tutta la nostra attenzione.

Ma la Terra continua a dirci che ha bisogno di azioni urgenti e di un impegno concreto contro il cambiamento climatico.

Nessuna impresa dovrebbe sentirsi sollevata da questa responsabilità, men che meno quella che oggi rappresenta uno dei motori principali del business: la tecnologia e tutto quello che ruota intorno al web e lo alimenta.

Cos’è The Green Web Foundation

Abbiamo conosciuto The Green Web Foundation grazie al nostro partner Piano D, web agency che si sta impegnando nella realizzazione di siti web estremamente leggeri sull’impatto ambientale.

Nel contesto di una vita digitale sempre più intensa e di data center che ospitano quantità sempre più importanti di dati e di processi, The Green Web Foundation ha l’obiettivo di sensibilizzare il mondo web a diventare sostenibile entro i prossimi anni utilizzando esclusivamente energie rinnovabili per alimentarsi.

Intervista al fondatore René Post

Abbiamo chiesto al fondatore di The Green Web Foundation, René Post, di raccontarci meglio genesi e obiettivi di questa organizzazione focalizzata sull’obiettivo di rendere più verde il web.

S.: René, perché nasce la vostra fondazione?

R.P.: «L’uso di Internet è responsabile del 2% delle emissioni totali di CO2.

Data center e server succhiano energia. E gran parte di questa energia non deriva da fonti rinnovabili.

Ma come possiamo sapere se stiamo utilizzando dei servizi hosting sostenibili o meno? Per offrire questa informazione agli utenti, abbiamo sviluppato un tool che ti dice se il tuo provider sta usando energie rinnovabili.

Lavoro nell’industria IT sin dal 1995, e ho sempre considerato che fosse un tipo di mercato per sua natura più vicino all’ecosostenibilità rispetto a tutta quella parte di business che invece produce beni fisici, movimentandoli da una parte all’altra del mondo.

Quando il digitale, nel 2005, ha iniziato a subire una vera e propria esplosione, ho pensato che sia i consumatori che le compagnie avrebbero iniziato a prestare più attenzione al tema dell’energia e della sostenibilità».

S.: Qual è l’impatto del web sulla Terra? Stiamo solo risparmiando più carta?

R.P.: «Questo settore è cresciuto in modo incredibile. Alcuni dati da websitecarbon.com: secondo Greenpeace, l’IT consuma circa il 7% dell’elettricità globale.

Mediamente, un sito web produce 1.76 grammi di CO2 per visualizzazione di pagina. Per un sito con 10,000 page view mensili, parliamo di 211 kg di CO2 per anno…»

S.: Per voi un giorno Internet userà solo le rinnovabili. Davvero diventerà uno standard? E quanto tempo occorre?

R.P.: «Per me si tratta di di logica: la definizione di non-rinnovabili sottintende che questo tipo di energie si esauriranno. Resteranno a disposizione solo le rinnovabili.
Spero che il web abbracci un modello comunicativo che acceleri il nostro pensiero: dovremmo smettere di accettare pratiche distruttive, come fossero una cosa normale».

S.: Qual è la differenza tra un hosting verde e un hosting grigio?

R.P.: «Un hosting sostenibile è frutto di tante cose. Anzitutto il tipo di energia su cui si basa l’hosting provider – che dovrebbe essere geograficamente il più vicino possibile.

Poi però un sito web in sé diventa verde per tantissimi altri fattori: il modo in cui è sviluppato, se esagera con JavaScript e il codice non è pulito, per esempio.

Usare sistemi di cache aiuta. E addirittura cosa scriviamo ha il suo peso: SEO, utilizzo di font omogenei, elaborazione di contenuti di valore, che non facciano perdere tempo all’utente…Anche questi aspetti contribuiscono a rendere un sito green. Con noi è possibile fare queste valutazioni con searx.thegreenwebfoundation.org».

S: Cosa vuol dire per un nostro cliente che siamo tra i provider verdi di The Green Web Foundation?

R.P.: «Nei risultati di ricerca, i loro siti web trarranno beneficio dal vostro posizionamento green per via del fatto che le vostre server farm si nutrono di energie al 100% rinnovabili. Tale aspetto ha un influsso sul livello di sostenibilità delle loro infrastrutture IT, un requisito sempre più importante, per un hosting sostenibile».

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli da non perdere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

58 − 50 =