Num. Verde 800 11 28 25

cloud-server-representation

Cloud Server: cos’è e come scegliere quello giusto

Cloud Server è un server virtuale appartenente al mondo IaaS. Cos'è nel dettaglio, come puoi usarlo e con quali vantaggi.
Indice dei contenuti

Cloud Server, lo IaaS con tanti vantaggi e applicazioni

Cloud Server: se ne sente spesso parlare nell’ambito delle varie soluzioni utili a sfruttare la flessibilità della tecnologia cloud.

Tecnologia che – da argomento di tendenza – è diventata con sempre maggiore frequenza la base delle scelte IT e l’infrastruttura che serve intelligenza artificiale, autenticazione biometrica, blockchain, e anche il tanto dibattuto 5G.

Ma cos’è un Cloud Server, così tanto scelto dalle piccole alle grandi aziende per facilitare i processi di digitalizzazione?

Cloud Server: definizione

Un Cloud Server è un server virtuale che utilizza una parte o solo un sottoinsieme del server fisico che lo ospita (o di più server).

E’ quindi l'”ospite” flessibile di un server dedicato.

Ma come si possono, da un server dedicato, realizzare e gestire delle virtual machine?

Questa “virtualizzazione” dell’hardware è possibile grazie al ruolo dell’Hypervisor, un monitor che ha l’importante funzione di separare sistema operativo e applicazioni di un computer dalla macchina fisica che lo ospita.  

Ed è sempre l’hypervisor che permette alla macchina fisica “madre” di ospitare più macchine virtuali con due benefici principali:

  • che queste saranno comunque sempre separate tra loro a livello logico
  • che le risorse di calcolo saranno ottimizzate al massimo
  •  

Utilizzando solo un sottoinsieme delle risorse del server fisico che lo ospita, un Cloud Server è quindi una tipologia di server virtuale flessibile.

In cosa un Cloud Server si distingue dal server fisico

Diversamente da un server fisico, le sue prestazioni e la sua potenza di calcolo sono scalabili in modo proporzionale al tempo necessario.

Inoltre, a parità di numero di processori e di GB di memoria, un Cloud Server è solitamente molto più economico di un server dedicato fisico.

Può infatti essere configurato senza guardare al suo utilizzo a lungo termine: scegliendo la configurazione desiderata e poi scalandola, in alcuni casi in modo completamente automatico, in altri con un provisioning che l’amministratore del server effettua direttamente da appositi pannelli di controllo.

A differenza di una soluzione on premises, le aziende possono accedere ai loro server in cloud da remoto, tramite un’interfaccia on line, accedendo così ai benefici di un modello di “infrastruttura come servizio”.

Un Cloud Server è infatti un Infrastructure as a Service, con un Cloud Provider che fornisce ai suoi clienti l’accesso alle risorse di calcolo.

Quali i vantaggi di un Cloud Server?

I vantaggi di scegliere un Cloud Server invece che mettere il proprio progetto su un server dedicato in housing oppure “in casa propria” sono numerosi. Tra questi:

  • la possibilità di avere la stessa capacità di una soluzione on premises o dedicata
  • l’opportunità di potere processare carichi di lavoro importanti
  • tempi di delivery molto rapidi se non subitanei rispetto all’ordine del servizio
  • una distribuzione delle risorse su più macchine fisiche che permette di ridurre i casi di downtime
  • ripristino rapido del servizio in caso di problemi
  • la gestione dell’infrastruttura di base tutta a carico del provider
  • aumento istantaneo e facile delle risorse quali memoria, core, spazio storage solo quando servono, con risparmi evidenti
  • l’accesso a una fatturazione flessibile, mensile o anche oraria
  • un impegno contrattuale minimo, senza vincoli
  •  

Quali le applicazioni d’uso?

Un Cloud Server può essere promosso in molteplici casi a base infrastrutturale per vari progetti web.

Tra le possibili applicazioni:

  • sviluppare un sito web con qualunque CMS per realizzare un portale soggetto a volumi di traffico e accessi che un hosting condiviso non reggerebbe bene
  • siti di e-commerce realizzati con Magento o altre piattaforme, per assicurarsi una velocità ottimale e aumentare le conversioni
  • sistemi di ERP utili per migliorare la gestione e i processi nelle imprese
  • database di svariate dimensioni
  • ambienti di sviluppo
  • etc.
  •  

Non ci sono di fatto limitazioni per adottare un server di questo tipo, soprattutto perché normalmente il fornitore li mette a disposizione sia con sistema operativo Linux che Windows.

Scalabilità, come avviene?

La flessibilità nell’allocazione delle risorse è una delle caratteristiche più importanti del cloud computing. Grazie a questo modello l’utilizzatore di un server cloud può andare incontro a campagne marketing e picchi di traffico senza preoccupazioni.

Ma non è sempre uguale la modalità con cui, all’occorrenza, questa tecnologia può mettere a disposizione maggiori risorse.

La scalabilità può infatti avvenire allocando ulteriori virtual machine (aggiungendo dei server cloud all’infrastruttura base) oppure attraverso un aumento delle sole risorse da potenziare: rispettivamente, si parla in tal senso di scalabilità orizzontale e verticale.

Come scegliere un Cloud Server?

Non solo sulla scalabilità ma anche su molti altri aspetti il mercato offre tante diverse tipologie di servizi cloud. Come scegliere bene?

Se cerchi tutti i vantaggi che può offrirti un Cloud Server (come descritto sopra) ma punti anche a una particolare affidabilità e velocità del servizio, dovresti optare per un cloud che offra:

  • uno SLA o service level agreement in linea con gli obiettivi del tuo business e con i requisiti progettuali
  • la garanzia di un sistema ridondato, sia dal punto di vista infrastrutturale che in ambito di tutela del dato
  • elevate prestazioni grazie a una scelta minuziosa delle componenti dell’architettura di base
  •  

Oltre ad offrire la massima flessibilità grazie a una scalabilità verticale con cui aumenti anche di una sola ora RAM o Core, la soluzione Cloud Server di Seeweb è il massimo in termini di disponibilità e prestazioni.

Divise in maniera netta e virtualizzate in rapporto 1:1 con l’hardware, le risorse di questo server sono assegnate a ogni singola istanza e bilanciate perfettamente su un sistema di nodi fault tolerant in architettura N+1.

Lo storage full flash su cui è costruito permette di garantire un uptime del 99.9% con penale pur mantenendo prezzi concorrenziali.

Adatto a progetti business critical o che richiedono elasticità e risultati elevati, può essere fully managed oppure affidato alla gestione del team Seeweb su diversi livelli.

Puoi scoprire le molteplici possibilità di configurazione di Cloud Server qui.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli da non perdere

Una risposta

  1. Grazie Juri per il contributo. Vogliamo però spiegare le motivazioni che ci hanno portato alla definizione della nostra offerta Cloud Computing, la prima in Italia e l’unica con determinate caratteristiche.
    La nostra clientela storica è prevalentemente di tipo enterprise: medie e grandi aziende, anche multinazionali, con procedure molto rigide e complesse per la gestione degli ordini e di pagamenti. E’ per questo che abbiamo predisposto l’offerta Cloud conservando una certa “ritualità” nella gestione contrattuale e amministrativa. E la scelta ci ha dato ampiamente ragione, visto che siamo l’implementazione di riferimento in ambito Enterprise, anche per via della qualità del prodotto, della tipologia di assistenza, dello SLA previsto, delle penali ecc ecc.
    Prevediamo che le modalità operative dei “nativi digitali” entreranno, progressivamente, anche nel mondo delle aziende strutturate ed è per questo che stiamo per proporre un modello di self-provisioning che preservi anche alcuni componenti di “ritualità” ma che consenta di intercettare anche clientela più “volatile” – ci passi il termine -, la quale non ha bisogno di particolari gestioni della filiera contrattuale e amministrativa e opta per il pay-per-use prepagato, gestito in totale automazione. Per cui, come si suol dire: “stay tuned”, perché ci saranno a breve sviluppi in tal senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + = 27