Cloud Computing: comprenderlo e capirlo

Cloud Computing

Il modo di fare IT in Italia nell’ultimo biennio ha cambiato rotta. La nuova forma di infrastruttura che sta prendendo sempre più il largo fra le aziende è quella in cloud. Ma a cosa ci riferiamo di preciso quando parliamo di Cloud Computing? Quanto è sicuro? Davvero è così rivoluzionario per le aziende? Cerchiamo di dare una risposta a tutta una serie di domande che possono aiutarci ad approfondire il mondo nella nuvola per non farci cogliere impreparati: stiamo parlando del futuro!

Cosa accade in Italia quando si parla di cloud?

I media e le pubblicità associano da sempre il cloud a una nuvola; ma questa nuvola cos’è veramente?

Anzitutto un insieme di servizi, risorse e tecnologie distribuite in una rete. L’immagine grafica della nuvola che spesso vediamo in pubblicità non è nulla in confronto a ciò che realmente sta dietro a un servizio di questo tipo e che spesso ci fuorvia, facendocela associare a una cosa insicura e di poca validità. D’altronde, chi affiderebbe i propri dati aziendali a una nuvola?

Molti IT e titolari d’aziende, quando gli viene proposta una tecnologia innovativa, utile e rivoluzionaria come il cloud, esprimono una certa diffidenza, nel timore che i propri dati non siano più al sicuro dopo averli migrati sulla “nuvola”: pensano che non ne saranno più “padroni”.

Il punto è che questo non è affatto vero, e nelle prossime righe capirai il perché.

Perché il Cloud Computing è sicuro?

Con i dati nella tua infrastruttura, ti senti sicuramente protetto e pensi: “Chi me li può portare via se sono qui nella mia azienda? ,Ho persino un bel firewall che mi protegge”.

Sai che nel 2008 venne registrato un attacco hacker in 196 paesi del mondo che violò oltre 75.000 computer e server? Ti senti ancora sicuro con il tuo firewall da qualche migliaio di euro?

Aziende come Seeweb dispongono di un team di esperti che ogni giorno lavora affinché la sicurezza dei clienti sia garantita e sempre migliore, mediante l’utilizzo di sofisticati sistemi e tecnologie. Poiché la missione è garantire un servizio di alto livello, per far sì che il cliente possa essere soddisfatto e sentirsi sempre al sicuro, nei data center vi sono più apparati ridondati, che filtrano milioni (si hai capito bene, milioni) di volte le richieste provenienti dalla rete, garantendo così la massima sicurezza.

Se pensi ancora che chi fornisce Cloud cerchi di convincerti a migrare verso una tecnologia così rivoluzionaria solo per impossessarsi dei tuoi dati, o per sbirciare dentro la tua agenda, hai sbagliato strada. Secondo te un’azienda come Seeweb, ha più interesse a far sì che i propri clienti siano al sicuro e si sentano soddisfatti per la qualità dei servizi, o ne ha di più a rubare i dati per finire ancora prima di iniziare sull’orlo del fallimento ?

La domanda mi sembra di facile risposta, perciò lasciati andare, e fatti conquistare dalla “nuvola”!

Perché conviene?

Un altro punto di difficile comprensione da parte delle persone, è il perché il cloud realmente conviene.

Innanzitutto non dovrai compiere un investimento iniziale, perché non dovrai proprio acquistare nessun hardware e non dovrai allestire un’infrastruttura. Quindi niente server, niente storage, niente condizionatori e niente sala CED.

Ma come? perché non dovrò aver nulla di questo?

Il cloud, essendo un servizio, ti permette di aver tutto ciò di cui ha bisogno la tua azienda senza doverlo acquistare, dovrai solamente versare un canone mensile, che sarà relazionato a ciò che veramente utilizzi. Supponiamo che in un mese hai bisogno di 2 server: in quel mese pagherai una quota relativa a 2 server. Nel mese successivo il secondo server non ti serve più perciò ti servirà un solo server: bene, pagherai un solo server! Perché infatti dovresti pagare di più se non lo utilizzi?

Hai capito perché il cloud conviene veramente? Perché il costo della tua infrastruttura è relazionato a ciò che veramente serve alla tua azienda, e d’ora in poi non dovrai più preoccuparti di aggiornare sistemi operativi o hardware: ci penserà l’azienda che ti fruirà il servizio.

Conclusioni

Se hai seguito bene il discorso, ora dovresti essere in grado di capire i vantaggi e le potenzialità di questa tecnologia. E se ti venisse proposta, valutala con attenzione. Il futuro è Cloud.

Questo articolo è stato scritto e curato da Matteo Zigliani, fondatore di robadainformatici.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accedi

Registrati | Password dimenticata?