Solo per voi il rapporto OAI 2013!

seguridad_informaticaOggi puoi scaricare, gratuitamente e in anteprima rispetto alla pubblicazione ufficiale, il Rapporto OAI 2013

Con questo rapporto, l’Osservatorio Attacchi Informatici è oggi alla sua quarta edizione e ci fornisce il risultato di preziose indagini sullo stato della sicurezza in Italia.

Realizzato da Marco Bozzetti e altri esperti del settore, il documento ci dà per fortuna delle notizie positive.

Si rivelano in diminuzione infatti gli attacchi ICT intenzionali in Italia rispetto al 2012, e di questi attacchi solo una parte hanno avuto un impatto significativo.

Soprattutto, sempre più brevi sono i tempi di ripristino della situazione precedente all’attacco, con un oltre 50% di casi che entro un solo giorno  rientra alla normalità.

Le principali tipologie di attacco subite nel 2013 e che non risultano variate rispetto all’anno 2012:

1) malware;

2) social engineering (tipo gli attacchi di phishing);

3) furto di dispositivi ICT;

4) saturazione delle risorse (DoS/DDoS);

Emerge senza dubbio una diminuzione del numero di attacchi, nonostante sia aumentato il numero dei rispondenti.

E i rispondenti sono stati per la maggiore CIO (o loro collaboratori) del settore industriale, e per lo più a livello di PMI.

Che hanno fatto emergere un buon livello di aggiornamento dei sistemi informativi, spesso dotati di alta affidabilità e adeguate protezioni antispam/antivirus. Diffusissima inoltre la virtualizzazione.

Per farvi un’idea di come siamo messi in fatto di sicurezza potete  scaricare gratuitamente e in assoluta anteprima il rapporto sulla sicurezza 2013!

Il link al rapporto è disponibile in questo articolo, ma è necessario registrarsi gratuitamente o accedere direttamente da

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accedi

Registrati | Password dimenticata?