Guida pratica su come bloccare lo spam su WordPress con Akismet

Guida pratica su come bloccare lo spam su WordPress con akismetRisolviamo i problemi legati allo spam su wordpress con l’aiuto del plugin Akismet

Se hai esperienza con WordPress, sarai stato senza dubbio oggetto di spam. Non preoccuparti, non sei l’unico e la cosa è del tutto normale. Purtroppo contrassegnare come spam i commenti ritenuti tali non è sufficiente, bisogna infatti prendere delle precauzioni. Fortunatamente WordPress ci viene incontro fornendoci un ventaglio di plugin tra i quali scegliere.

In questo articolo analizzeremo da vicino uno dei plugin più utilizzati per bloccare lo spam su WordPress, vale a dire Akismet. Per capire l’utilità di questo plugin e quanto sia consigliato dalla community di WordPress stesso, basta pensare al fatto che è già contenuto di default all’interno di un’installazione pulita del CMS.

Lo spam, generalmente, viene effettuato a fini promozionali o per dirottare traffico su di un determinato sito web. Attraverso dei bot automatici, detti per l’appunto spamBot, un malintenzionato può facilmente bombardare il nostro sito di richieste, ecco perché è importante saper riconoscere lo spam, prevenirlo ed eventualmente bloccare gli indirizzi ip riconosciuti come malevoli.

SEOcms 2017 la formazione SEO sui principali CMS

Dal 4 al 5 maggio 2017 saremo presenti come sponsor a Bologna per la 2° edizione di SEOcms

Torna a Bologna l’edizione di SEOcms 2017, il primo e unico evento dedicato all’ottimizzazione sui motori di ricerca dei principali CMS per la realizzazione di siti ed eCommerce.

«Visti i riscontri positivi della prima edizione non abbiamo potuto fare a meno di tornare con un nuovo evento più ricco e di qualità. L’importanza che i CMS ricoprono nella realizzazione dei siti web è nota a tutti ma troppo spesso vengono sottovalutati gli aspetti SEO ad essi legati. Per questo abbiamo pensato di proporre questo evento, primo e unico in Italia, specifico per siti ed ecommercerealizzati con i più noti CMS», afferma Stefano Rigazio.

La vera novità di quest’anno sono i workshop. SEOcms 2017 prevede due giornate di full immersion di corsi intensivi e speech sulla SEO.

Il primo giorno, il 4 maggio, si svolgeranno i due workshop specifici per la SEO in ambiente WordPress e in ambiente Joomla. L’obiettivo è quello di aiutare il partecipante, attraverso delle best practice, a posizionare il sito realizzato con il CMS preferito nei primi posti dei motori di ricerca. Non sarà il solito corso e non sarà un meeting, ma una giornata del fare dove il partecipante sarà direttamente coinvolto nello sviluppo della SEO di un sito fatto con WordPress o con Joomla a seconda delle preferenze.

Come rendere WordPress multilingua?

Breve guida per creare e gestire un sito WordPress multilingua

Avere un sito è importante, poterlo promuovere in tutto il mondo lo è ancora di più. E quale modo migliore se non quello di tradurlo in varie lingue? Vediamo insieme come rendere un sito WordPress multilingua.

Per prima cosa avremo bisogno delle traduzioni, ma questo è un altro aspetto della realizzazione di un sito web multilingua; In questo articolo infatti, ci soffermeremo sugli aspetti tecnici e su come implementare in modo corretto le funzionalità di cui abbiamo bisogno all’interno del nostro sito WordPress.

Il processo di internazionalizzazione consiste sostanzialmente nel riuscire a rendere disponibili traduzioni dei nostri contenuti, del nostro template e di ogni singolo plugin situato all’interno del sito web che stiamo sviluppando. Oggi vi forniremo tre soluzioni, probabilmente le più utilizzate dagli sviluppatori, sarete voi alla fine a tirare le somme e scegliere quella che più si avvicina alle vostre esigenze

Come fare il backup WordPress con l’aiuto dei plugin

Oggi analizzeremo da vicino un aspetto fondamentale in tema di sicurezza: stiamo parlando del backup WordPress

La sicurezza di un sito WordPress è forse uno degli aspetti maggiormente sottovalutato dai webmaster. Proteggere i dati significa garantire maggiori sicurezze ai propri utenti oltre che a se stessi. Vedremo insieme come eseguire dei backup WordPress automatici e schedulati per mettere al sicuro i dati da possibili errori di programmazione e da attacchi da parte di malintenzionati.

Quali sono i dati da tenere al sicuro?

Nulla va lasciato al caso, ogni singolo file può essere oggetto di errori, ragion per cui è importante avere a portata di mano una copia del nostro sito perfettamente funzionante da poter ripristinare facilmente all’occorrenza. Naturalmente non tutti i files rivestono la stessa importanza: in soldoni non tutte le componenti del sito sono vitali per il suo corretto funzionamento.

Ecco perché abbiamo stilato una lista di ciò che è fondamentale mettere al sicuro.

Accedi

Registrati | Password dimenticata?