Come monitorare lo stato di salute del server

Come monitorare lo stato di salute del server5 step per un check-up veloce ed efficiente del tuo server di hosting

Ci troviamo spesso di fronte a richieste di consigli su come monitorare lo stato di salute del proprio server. Abbiamo quindi deciso individuare i cinque passaggi, che riteniamo fondamentali, che occorrono per effettuare un controllo di tipo last second al proprio server perché, se non si è esperti, a volte è un po’ come guardare nel cofano di una macchina!

Consumo della memoria

La memoria disponibile è uno dei fattori più importanti da tenere sotto controllo. Ogni applicazione, programma o altro genere di servizio ha bisogno di memoria e a lungo andare si potrebbero avere delle spiacevoli sorprese. Saturare la memoria significa infatti compromettere l’efficienza della macchina, che non riuscirebbe a gestire in modo corretto le richieste che deve elaborare.

Occorre quindi tenere sotto controllo il consumo della memoria per capire se è il caso di apportare qualche cambiamento lato server come, ad esempio, un upgrade o eventualmente disattivare qualche applicazione.

Sicurezza: oltre 3000 incidenti gestiti nel 2013

spam

In un anno quintuplicati gli interventi del nostro abuse desk. Aumenta il malware nei PC, ma anche il numero di clienti…

Nel 2013 il numero di segnalazioni di incidenti di sicurezza inviate ai clienti dal nostro abuse desk è aumentato significativamente: questo in parte è spiegabile con l’aumento del numero dei nostri clienti e la crescita delle loro attività, ma dipende soprattutto da alcune grandi campagne di hacking e malware e da una maggiore proattività da parte nostra nel gestire tutti gli incidenti prima che siano segnalati dai clienti stessi alla nostra assistenza tecnica.

Consideriamo queste attività una parte fondamentale dei servizi di assistenza forniti ai nostri clienti, perché la gestione tempestiva di un problema di sicurezza aiuta a evitare blacklisting, penalizzazioni SEO o altri danni ancora più gravi ai loro server.

Innanzitutto abbiamo rilevato un fortissimo aumento dei furti di credenziali SMTP da malware che ha infettato i PC dei clienti, arrivando in certi periodi a gestirne decine al giorno. Per questo motivo nei mesi scorsi abbiamo implementato sui nostri server un limite alla quantità di posta inviabile da ogni account, in modo da tutelare i nostri clienti da possibili penalizzazioni.

L’altro problema esplosivo è quello dei siti compromessi a causa di componenti insicuri del CMS Joomla: sui nostri server spesso blocchiamo queste intrusioni grazie a configurazioni opportune, ma il numero di cloud server compromessi in questo modo è stato altissimo. In particolare è stata degna di nota la lunga campagna di intrusioni automatizzate usate per attacchi di Distributed Denial of Service (DDoS) verso istituzioni finanziarie statunitensi.

“E-commerce vincente”. Intervista a Daniele Rutigliano

copertina-daniele-rutigliano Guida all’e-commerce vincente. Complessità e competitivà. Come le aggrediamo per vendere online?

Che siate professionisti del web o alle prime armi, vogliamo presentarvi il libro “E-commerce vincente“.

Allo scopo abbiamo fatto qualche domanda all’autore,  Daniele Rutigliano, che noi conosciamo molto bene visto che da anni utilizza le nostre piattaforme.

Daniele, come nasce l’idea del libro “E-commerce vincente”?

L’idea nasce a seguito di alcuni miei workshop dall’omonimo titolo (per  la precisione “E-commerce vincente in 20 mosse”) tenuti nelle quattro tappe italiane di Smau Roadshow nel corso del 2012.
Qualche settimana dopo Smau Milano, arriva un’email direttamente dalla casa editrice Hoepli, interessata a un progetto editoriale.

È così che nasce l’idea di scrivere un manuale diverso da quelli già presenti in commercio, più semplice, più pratico ma soprattutto più completo, pensato per chi è a digiuno di web.

Novità in casa Seeweb: al via con EasyCloud Server

Si chiama easy Cloud ed è online da soli due giorni.

E’ il nuovo server di casa Seeweb che si affianca all’ormai consolidato Cloud Server rendendo l’offerta ancora più completa.

Il nuovo easy Cloud si rivolge a quel cliente che presenta esigenze diverse da quelle di avere infrastrutture di tipo Mission Critical  e SLA elevati.

easy Cloud è più pensato per chi voglia un prodotto facile da attivare, da creare e distruggere in ogni momento, e quindi ideale per fare attività di test, sviluppo, staging e preproduzione.

Pensate di poter accedere a un pannello, decidere quale istanza attivare (eCS1, eCS2, eCS3, eCS4), controllarla completamente via web e avere a disposizione del puro on demand: tutto questo è easyCloud.

Chiaramente il fatto di non avere l’elevato SLA che prevediamo sul Cloud Server “classico” non toglie nulla, al prodotto, della qualità da sempre garantita da Seeweb: easyCloud  si basa infatti su un’infrastruttura di rete a grande capacita’ sia in IPv4 sia IPv6 e prevede comunque uno SLA del 99.00% con penale.

Nel costo (bassissimo) del prodotto sono inclusi ben 1000 GB di traffico mensile.

Per capire se faccia meglio per voi Cloud Server o easy Cloud consultate questa pagina di confronto.

Buon lavoro con easy Cloud!

Accedi

Registrati | Password dimenticata?