Ecosistema Startup intervista a Voverc e The Invisible Hand

Anche in Italia c’è spazio per l’imprenditoria: 582 startup finanziate da investitori globali, di cui 30 italiane per un totale di 17 miliardi di dollari

Le startup in Italia«Le startup di oggi prendono il bisogno delle aziende trasformandolo in soluzione», inizia così la tavola rotonda moderata da Stefano Mainetti durante l’ultimo convegno dell’Osservatorio Cloud & ICT as a Service.

Secondo quanto emerso dalla ricerca, in Italia ci sono circa 30 startup operanti in ambito Cloud & ICT as a Service che hanno ottenuto finanziamenti da parte di Business Angel, Venture Capitalist e società di investimento negli ultimi 3 anni e coprono quasi interamente il panorama degli applicativi Cloud. Di queste solo il 30% ha ricevuto più di un milione di euro. La maggior parte delle imprese ha sede nel Nord Italia (43%), seguono il Sud e le Isole (30%) e il Centro (27%).

Attualmente oltre il 77% delle startup censite si concentrano sul modello SaaS, tra i settori principali ci sono: l’healthcare, l’education e il real estate.

Cloud Mobile: il software di telefonia nato sul Cloud Seeweb

Con Cloud Mobile il negozio di telefonia fisico e quello online lavorano in perfetta simbiosi

Realizzato in modalità SaaS, Cloud Mobile è un gestionale che consente alle aziende di commercializzare servizi e prodotti per telefonia mobile e fissa tramite la gestione dei punti vendita e dei processi aziendali.

Grazie a questo software si possono gestire vendite e promozioni collegandosi al proprio registratore di cassa, allo scadenzario dei contratti attivati, alla rendicontazione dei servizi, al backup dati e molto altro, anche quando lo store è fisicamente chiuso.

Cloud Mobile è stato realizzato per supportare tutte le modalità di vendita e d’erogazione dei servizi: flessibile e sempre aggiornato, è in grado di integrare funzionalità innovative. Sfruttando il modello SaaS consente l’accesso al gestionale in tutti i luoghi dove è presente una connessione Internet garantendo i massimi standard di sicurezza grazie alla presenza di un certificato client. Il gestionale permette inoltre la creazione di un database clienti efficientissimo  e un costante monitoraggio dei dispositivi in comodato d’uso. Grazie ai listini sempre aggiornati per ogni gestore, la vendita è più veloce e si riescono a raggiungere facilmente gli obiettivi Canvass, con il vantaggio di poter gestire anche multi-negozi.

Finanziamento progetti: si riparte con CloudSeed 2014!

finanziamento progetti: Saas, PaaS, IaaS

CloudSeed 2014 si rivolge a chi ha sviluppato qualcosa in Saas, PaaS o IaaS

La parola d’ordine dell’edizione 2014 di CloudSeed è: costruire insieme. Perché a volte gli sviluppatori hanno bisogno di una mano

Se qualcuno conosce un po’ la storia di grandi realtà come HP e Apple sa cosa sia il company building.

Immaginatevi uno sviluppatore che abbia creato qualcosa di davvero interessante ma che abbia bisogno di un partner tecnologico, finanziario e che lo supporti sul piano marketing.

Ecco, noi li aiuteremo così: a costruire la società, a fornire l’infrastruttura tecnologica adeguata e a mettere sul mercato il loro prodotto, anche con finanziamento progetti in termini economici.

Finanziamento progetti con CloudSeed 2014

Seeweb intervista i premiati di CloudSeed: Fattura Sprint, secondo classificato.

Dopo l’intervista a BaasBox oggi è il turno di Fattura Sprint, start up arrivata seconda al contest di CloudSeed. Abbiamo parlato con il fondatore, Alessandro Berbenni.

S. – Presentatevi!

A. – Io insieme al socio Luigi Zanderighi ci occupiamo ormai da tempo di software, system integration, consulenza. Dal nostro progetto è nato Fatttura Sprint.

 S. – Che cosa è Fattura Sprint?

A. – Una soluzione cloud per la fatturazione elettronica. La sua grande usabilità la rende prossima a quella delle applicazioni “consumer”, in linea con l’attuale tendenza di consumerizzazione dell’IT.

In più, oltre a integrarsi bene con sistemi quali Paypal e programmi tipo Magento, ha una buona aderenza al quadro normativo italiano.

S. – Come vi siete imbattuti in CloudSeed?

A. – Il riscontro positivo di Fattura Sprint ha fatto sì che l’autofinanziamento iniziale non fosse più sufficiente. CloudSeed ci è sembrato interessante perché la sua ottica era diversa da quella del venture capital, con una proposta di possibile partnership con una realtà come Seeweb, che già in passato ha fatto molto per le startup.

Ci è piaciuta  anche l’idea di SeedBeer, che ha dato un tocco informale all’evento.

 S. – Voi eravate già sulla nuvola di Seeweb. Come vi ha aiutato il cloud?

A. – Il cloud è la dimensione naturale di Fattura Sprint, definibile come un Software as a Service disponibile h24, 7 giorni su 7. 

Il cloud ci ha permesso inoltre compressione dei costi iniziali, scalabilità e robustezza del servizio.

 S. – Cosa farete con il premio in denaro?

A. – Lo investiremo in marketing, ma anche nell’integrazione e nel miglioramento del software.

S. – Come vi vedete tra un anno?

A. – Vorremmo innanzitutto vedere realizzato il miglioramento del prodotto per come lo abbiamo già in mente. E poi, visto che ci è piaciuto molto CloudSeed, ci piacerebbe partecipare nuovamente, magari come ospiti!

I nostri auguri ad Alessandro e Luigi!

 

Di seguito il video integrale dell’intervista:

 

Accedi

Registrati | Password dimenticata?