Attacchi Spoofing: come proteggersi

Più di 260 milioni di email contraffatte inviate ogni giorno e applicazioni mobile vulnerabili ad attacchi di tipo man-in-the-middle.

Attacchi Spoofing cosa sono e come proteggersi[Aggiornamento articolo Aprile 2017] Forse hai sentito parlare di attacchi di tipo spoofing, ma non sai con esattezza cosa sono o come possano mettere la tua attività a rischio. Lo spoofing è in realtà piuttosto semplice da capire. E’ una tecnica adottata da un hacker per impersonare un dispositivo o un utente.

I motivi che si celano dietro questo tipo di attività sono diversi. Alcuni cercano di causare disservizi ad una porzione di rete o di inibire la visibilità di un sito web sferrando un Denial-of-Service e falsificando la sorgente dell’attacco. Altri cercano di rubare dati sensibili, come i codici di accesso a servizi di online banking, commettere il furto di identità o altre tipologie di reati. Altri ancora attaccano solo per hobby, come ultima risorsa dopo avere tentato invano di accedere illegalmente in un sistema o per dimostrare le loro capacità.

Solo per voi il rapporto OAI 2013!

seguridad_informaticaOggi puoi scaricare, gratuitamente e in anteprima rispetto alla pubblicazione ufficiale, il Rapporto OAI 2013

Con questo rapporto, l’Osservatorio Attacchi Informatici è oggi alla sua quarta edizione e ci fornisce il risultato di preziose indagini sullo stato della sicurezza in Italia.

Realizzato da Marco Bozzetti e altri esperti del settore, il documento ci dà per fortuna delle notizie positive.

Si rivelano in diminuzione infatti gli attacchi ICT intenzionali in Italia rispetto al 2012, e di questi attacchi solo una parte hanno avuto un impatto significativo.

Soprattutto, sempre più brevi sono i tempi di ripristino della situazione precedente all’attacco, con un oltre 50% di casi che entro un solo giorno  rientra alla normalità.

Nessun aumento di costi: just phishing.

bbassotti

Eccola. E’ il testo della email che ha messo in allarme molti di voi. Ben fatta, non c’è che dire.

Le tasse sono aumentate e in fondo non è così anomalo che un hosting provider possa applicare un’integrazione di costo.

Seeweb però non ha attuato alcun aumento dei costi ma come altri hosting provider in questi ultimi giorni è stata oggetto di un tentativo di phishing.

NON SI TRATTA DI UNA EMAIL INVIATA DA SEEWEB.

Nulla di cui preoccuparsi quindi: solo qualcosa da cestinare.

phishing

Email di phishing

 

Accedi

Registrati | Password dimenticata?