Impianto di raffrescamento a Milano

Oggi pubblichiamo una galleria che ripercorre la realizzazione dell’impianto di raffrescamento della nuova Sala G di Milano. Dal banco di lavoro dell’idraulico, si arriva all’isolamento termico dell’impianto.

[AFG_gallery id=’9′]

Nuovi data center crescono…

Per stare al passo con la crescente domanda di prodotti Cloud, in Seeweb siamo costantemente impegnati nel predisporre nuovi spazi a uso data center.

Server, storage, firewall, switch, router, e tutta l’informatica che popola il data center sono pretenziosi, hanno bisogno di spazi con precise e costanti condizioni ambientali. Nel predisporre questi spazi è necessario uno studio accurato  per un utilizzo oculato delle risorse, il tutto nel rispetto dell’ambiente. Quest’ultimo aspetto è una costante di cui abbiamo sempre tenuto conto, anche prima che l’aggettivo “green” diventasse una parola promozionale.

Da qualche settimana è operativo il nostro secondo data center di Milano. Stiamo operando per attivare l’offerta Cloud anche a Francoforte e proseguono i lavori a Frosinone, per il nuovo grande data center del centro Italia.

Progetto del nuovo data center del centro Italia

Il progetto è vagliato in modo approfondito

Quasi un anno fa vi parlammo dell’acquisto di uno stabilimento da adibire a data center, poco distante da Roma Sud. Da quel momento sono iniziati degli studi approfonditi per stabilire la  tecnologia da utilizzare per gli impianti energetici e di climatizzazione. Dovevamo anche valutare se intraprendere una costruzione modulare o meno.

Superata questa fase, siamo passati alla progettazione vera e propria e nello stesso tempo abbiamo anche iniziato l’attività di rinnovo completo di tutti gli impianti della zona uffici, sostituendo ad esempio tutti i cavi di rete IBM esistenti, con la fibra ottica.

C’è ancora molto da fare e, non appena ci sarà possibile, contiamo di pubblicare foto degne di nota.

L’energia prima di tutto

energia prima di tutto

Nel nostro nuovo datacenter di Milano abbiamo curato particolarmente il sistema di alimentazione che rappresenta, da sempre, il punto critico di ogni datacenter.

• UPS da 200 kW ad alta efficienza e ridondati, con gruppi batterie doppi per ogni UPS.

• Sorgente di alimentazione di esercizio e di bypass su linee separate per evitare fenomeni di trascinamento dei magnetotermici  in caso di sovracorrenti.

• Sala energia separata dal resto del datacenter con climatizzazione dedicata e ridondata e sistema antincendio a saturazione.

• Quadri di distribuzione separati, ognuno dei quali,  servito da un UPS dedicato, fornisce l’alimentazione doppia trifase agli armadi rack.

Avere un sistema di alimentazione allo stato dell’arte è il primo tassello per erogare dei servizi di Cloud Computing performanti ed affidabili.

[AFG_gallery id=’8′]

Soffiaggio della fibra

Fibra ottica

I lavori per rendere operativo il nuovo data center di Milano entro l’8 aprile 2012 procedono a ritmo serrato.

La settimana scorsa è stato completo il collegamento in fibra ottica con il nuovo data center di Milano. Per il collegamento dall’attuale data center abbiamo utilizzato la tecnologia Blolite, che utilizza speciali micro condotti dove  le fibre ottiche sono soffiate con l’aiuto dell’aria compressa opportunamente dosata e filtrata. In questo modo in futuro sarà possibile soffiare nuova fibra del tipo richiesto, senza bisogno di posare nuovi cavi nell’edificio.

Blolite technologyAl termine del soffiaggio le fibre ottiche sono giuntate per fusione ai codini già connettorizzati, poi inseriti nel cassetto ottico.

Nella galleria fotografica potete vedere alcune fasi di questa operazione.

[AFG_gallery id=’7′]

Accedi

Registrati | Password dimenticata?