Che noia la net neutrality!

La net neutrality? Un tema ostico e distante. Grazie al genio di John Oliver, pero’, sul sito della FCC i commenti sul tema si sono scatenati

John Oliver

John Oliver

Esilarante e completamente esaustivo sul tema Net Neutrality: è l’editoriale di John Oliver nella trasmissione che tiene esclusivamente su un canale web, “Last week tonight”.

Nel nostro piccolo come Seeweb, abbiamo sempre provato a parlare della minaccia che incombe sulla libertà della rete, ma è stato deludente il livello di attenzione che abbiamo avuto su questo: si è confuso con il marasma di informazioni che circolano di continuo sulla rete. Ora con John Oliver abbiamo conferma di uno storico sospetto: quello della net neutrality è un argomento pesante ai più. E volutamente: quando vogliono far passare qualcosa che in qualche modo ci danneggerà (qualcosa di “evil”, come calca Oliver), lo rendono noioso. E così, se pur dedichiamo il nostro tempo a spulciare sul web tutte le assurdità e le cose più o meno divertenti che ci sfiziamo di condividere con i nostri amici, abbiamo il diritto di non avere nessuna voglia di appronfondire qualcosa che suona respingente come le due parole “net-neutrality”.

Nel video, che abbiamo trovato anche tradotto in italiano e che pubblichiamo ringraziando comedybay.it, l’autore del post Adrien Vaindoit e il traduttore Luca Paini, John Oliver inizia anzitutto con l’elogio di Internet: una cosa meravigliosa, su cui puoi trovare lavoro o persino comprare una boccetta di urina di coyote. Un luogo dove una valida startup puo’ affermarsi in barba a un’azienda storicamente leader. Internet: una cosa che funziona perfettamente così com’è.

Net Neutrality: cosa faranno della nostra Internet

Creare una Internet di prima classe e di terza classe, e fare finta di farlo per il nostro bene. Ecco come vogliono trasformare il futuro (web) di tutti noi.

Internet e net neutrality“La prima classe costa mille lire, la seconda cento, la terza dolore e spavento”.

Già dai tempi della tragedia del Titanic si poteva viaggiare in modo diverso a seconda del proprio status sociale.

Oggi anche noi, liberi fruitori di questo Internet “selvaggio, ricco, confuso”, potremmo rischiare di viaggiare su un web di primo e di secondo livello.
Noi di Seeweb abbiamo cercato più volte di parlare di net neutrality, non generando pero’ il dibattito che ci saremmo aspettati.
Questo perché a volte ci sono argomenti che non sempre “arrivano”: li sentiamo come complessi, o lontani da noi.
In realtà il problema della net neutralità ci riguarda tutti, e nel quotidiano riguarda come vedremo un film, come ascolteremo la musica, se vorremo fare delle videochiamate, se decideremo di creare una startup.
Riguarda quello che oggi facciamo sentendolo come un diritto acquisito.

I tedeschi sono stati bravi a raccontarci il problema della net neutrality in modo molto semplice, che “arriva”. Con leggerezza e ironia. E hanno realizzato un video che vi spiega senza tante complessità il progetto di Telecom. Lo vogliamo condividere con voi, affinché capiate perché siamo preoccupati.

Accedi

Registrati | Password dimenticata?