Hai un’idea intensamente cloud? Dimostralo: iscriviti a Cloud Seed

Bill Hewlett e Dave Packard
Loro hanno iniziato nel 1939, nel garage che vedete in foto. Bill Hewlett e David Packard fondano la loro azienda a Palo Alto in California. Il loro primo prodotto è l’HP 200A Oscillator, che diventa molto popolare come  apparecchiatura di test ingegneristici. La Walt Disney ordina otto pezzi del successivo HP 200B da utilizzare come generatori di effetti sonori per il film del 1940 “Fantasia”.

1 Cloud idea + 1 Demo funzionante = 30.000 Euro

Hai sviluppato un’idea che sfrutta il cloud computing? Ne hai una proof of concept funzionante? Cerchi dei soci per far diventare la tua idea una vera startup?

Partecipa a Cloud Seed: potresti avere fino a 30.000 Euro in conto capitale per avviare o proseguire  l’attività insieme a partner qualificati e contribuire allo sviluppo della Cloud Intensity.

Tu, la tua idea e Cloud Seed
Quello che ci proponiamo con questa iniziativa è seguire delle visioni che abbiano le potenzialità adatte per diventare delle attività. Sotto i nostri auspici si sono consolidate nel tempo collaborazioni di ampio respiro con Docebo e Heyware, perché crediamo nelle buone idee.
Leggi le caratteristiche  ora, compilando questo modulo. Se verrai selezionato, verrai contattato per una prima fase di valutazione.
In bocca al lupo!

Breve riepilogo della seconda tappa verso la “cloud intensity”

Lunedì scorso si è svolta una nuova Seed Beer, l’incontro informale nel quale start-up innovative si propongono alla giuria del Cloud Seed. Approfittiamo di queste righe per ricordar vi  cos’è  Cloud Seed,  un evento o meglio una gara nella quale ci proponiamo di fare quello che abbiamo fatto con Docebo e Heyware:  ricompensiamo le idee, in particolare di chi usa la tecnologia cloud.  Ci rivolgiamo sia a società appena formatesi sia a progetti innovativi in corso di realizzazione, che sfruttino il cloud come tecnologia; il vincitore si aggiudicherà la partnership di Seeweb con un investimento di  30mila € (per info cliccare qui o scrivere a contest@cloudseed.it).
Lunedì sera nell’ampia sala della Brasserie 4:20 di Roma si sono avviate tre proposte, ascoltate in doppio turno dai giurati presenti: Claudio Erba, Antonio Leonforte, Massimo Chiriatti e Leo Sorge.
Startup Nomads di Federico Baldelli propone la gestione e realizzazione di progetti attraverso una rete globale di consulenti ed è la base per altri progetti, ma intanto Federico vive di questa attività. Ernesto Palermini ed Eduardo Festa stanno per mettere on-line Meeting Life, The Experience Network, una rete sociale di “interessi non comuni” (unshared interests) da condividere all’interno di gruppi di riferimento ma anche attraverso più gruppi. Tra i giovanissimi di InnovactionLab abbiamo ascoltato i ragazzi di Way4Spot, una soluzione logistica rivolta agli sport outdoor che può diventare network di prossimità.

Docebo accelera sul cloud grazie a Principia

Un successo made in Italy, su un cloud made in Italy

Vi abbiamo già parlato di Docebo, azienda leader nelle soluzioni di e-learning. Migrata interamente sulla nostra nuvola ormai da diverso tempo, oggi Docebo conferma la volontà di aumentare il volume di investimenti in Italia sempre in direzione cloud.

Grazie all’ingresso di Principia II nel suo assetto azionario, Docebo riceve un importante finanziamento: 2,4 milioni di Euroe-learning time con Docebo che serviranno a lanciare la nuova Docebo Cloud, piattaforma di e-learning as a service.

L’ obiettivo sarà fornire alle aziende che erogano servizi di formazione a distanza un prodotto ancora più performante, semplice da usare e flessibile.

Come Seeweb,  non possiamo non sentirci un pò partecipi di questo successo. A dimostrazione di come anche tra la Ciociaria e la Brianza sia possibile  “costruire”, sebbene spesso tutto questo passi in sordina, tesi come siamo a elogiare, a volte anche un pò ottusamente, solo quello che succede “fuori”.

Ma non esiste solo la Silicon Valley, non vi pare? Forse con minore autolesionismo e un pò più di fiducia riusciremo a ripartire.

Piano piano e, perché no, on the cloud!

Accedi

Registrati | Password dimenticata?