C’era una volta la tecnologia Flash, e in futuro?

Tecnologia Flash e HTMLHTML5, CSS3 e Javascript sono in grado di sostituire la tecnologia Flash?

Nei primi anni 2000 i siti web si aprivano tutti con un’animazione in Flash o presentazioni in formato video. La tecnologia Flash era tra le più innovative e utilizzate. Solo pochi anni dopo però, i siti hanno cominciato ad avere una doppia versione: Flash o Html. Scelta che ha comportato sempre di più lo sviluppo di siti in HTML5, CSS e Javascript a discapito di Flash.

Sostanzialmente Flash è stato utilizzato per la fruizione di video online, banner pubblicitari, videogiochi online (vi ricordate FarmVille?) e ovviamente per la realizzazione dei siti in Flash.

Fino al 2008 Flash era ancora abbastanza utilizzato ma, due anni dopo, nel 2010 Steve Jobs scriveva una missiva per spiegare il perché iPhone e iPad non avrebbero supportato la tecnologia Flash definita “toxic hellstew of vulnerabilities“. E’ recente invece, la notizia di Firefox e Chrome che hanno deciso di ritirare il supporto per Flash. Scegliendo di abbandonare la tecnologia di casa Adobe.

Fare streaming? Non è mai stato così facile con Seeweb!

Universal Streaming (parte 2)

Universal Streaming si presenta come un’offerta economica e molto, molto user-friendly.

Sono passati solo due mesi da quando abbiamo messo on line il nuovo profilo di streaming “Universal”.

Quello che percepiamo dai contatti dei clienti interessati a questo servizio è una grande chiarezza dell’offerta in termini commerciali.

Quello che più invece sembra preoccuparvi è la modalità di uso del servizio. La domanda numero uno è sempre: come trasmetterò il flusso?

Vogliamo perciò tranquillizzarvi, perché usare lo streaming non porebbe essere più semplice!

La prima cosa che dovete fare è scaricare “Flash Media Encoder” dal sito di Adobe. L’interfaccia del software si presenta con una sezione “Input” – quello che voi manderete dalla telecamera, per capirci – e una di “Output”, dove si vedrà, compresso, il flusso che andrà sul server.

Non sarà neanche necessario fare variazioni particolari: mediamente, il default si presta bene ad essere utilizzato così com’è.

Ci sarà poi la nostra mail di attivazione a chiarirvi come connettersi dal software per mandare il flusso. Dopo questa semplice fase, sarà poi possibile fare la parte di “webmastering”, utilizzando un player a scelta per far vedere dal vostro sito il flusso, collegandovi la url rtmp://mshXXXX.stream.seeweb.it/live&file=stream00.sdp che ve lo renderà disponibile.

Sin qui abbiamo parlato del live streaming. Per lo streaming da file resta tutto invariato, tranne che per un passaggio: la pubblicazione dei file sul Cloud Object Storage di Seeweb, sul quale noi avremo già opportunamente predisposto una directory “pronta all’uso”.

Molti di voi ci hanno richiesto se sia possibile fare Smooth Streaming. La risposta è sì. Come? Non c’è bisogno di fare nulla, perché farà tutto il player, anche in Silverlight. Unica differenza con Flash, il fatto che la url di riferimento non sarà rtmp, ma http. Chiariamo che quella di Adobe Live Encoder è solo un’indicazione: ci sono disponibili anche molti programmi a pagamento, basta che siano compatibili con Flash Media Server.

Che aspettate a fare una prova?

Accedi

Registrati | Password dimenticata?