Seeweb intervista i premiati di CloudSeed: Fattura Sprint, secondo classificato.

Dopo l’intervista a BaasBox oggi è il turno di Fattura Sprint, start up arrivata seconda al contest di CloudSeed. Abbiamo parlato con il fondatore, Alessandro Berbenni.

S. – Presentatevi!

A. – Io insieme al socio Luigi Zanderighi ci occupiamo ormai da tempo di software, system integration, consulenza. Dal nostro progetto è nato Fatttura Sprint.

 S. – Che cosa è Fattura Sprint?

A. – Una soluzione cloud per la fatturazione elettronica. La sua grande usabilità la rende prossima a quella delle applicazioni “consumer”, in linea con l’attuale tendenza di consumerizzazione dell’IT.

In più, oltre a integrarsi bene con sistemi quali Paypal e programmi tipo Magento, ha una buona aderenza al quadro normativo italiano.

S. – Come vi siete imbattuti in CloudSeed?

A. – Il riscontro positivo di Fattura Sprint ha fatto sì che l’autofinanziamento iniziale non fosse più sufficiente. CloudSeed ci è sembrato interessante perché la sua ottica era diversa da quella del venture capital, con una proposta di possibile partnership con una realtà come Seeweb, che già in passato ha fatto molto per le startup.

Ci è piaciuta  anche l’idea di SeedBeer, che ha dato un tocco informale all’evento.

 S. – Voi eravate già sulla nuvola di Seeweb. Come vi ha aiutato il cloud?

A. – Il cloud è la dimensione naturale di Fattura Sprint, definibile come un Software as a Service disponibile h24, 7 giorni su 7. 

Il cloud ci ha permesso inoltre compressione dei costi iniziali, scalabilità e robustezza del servizio.

 S. – Cosa farete con il premio in denaro?

A. – Lo investiremo in marketing, ma anche nell’integrazione e nel miglioramento del software.

S. – Come vi vedete tra un anno?

A. – Vorremmo innanzitutto vedere realizzato il miglioramento del prodotto per come lo abbiamo già in mente. E poi, visto che ci è piaciuto molto CloudSeed, ci piacerebbe partecipare nuovamente, magari come ospiti!

I nostri auguri ad Alessandro e Luigi!

 

Di seguito il video integrale dell’intervista:

 

Ecco chi sono i vincitori di Cloud Seed

Si è concluso ieri Cloud Seed, il concorso dedicato alle startup che sfruttano la tecnologia cloud.

Sono stati assegnati tre premi in denaro e uno in servizi.

Primo posto (grant da 15 mila Euro): Baas Box, backend as a service  per le App mobili, ideato da Claudio Tesoriero e Federico Pacilli.

Secondo posto (sempre grant da 15 mila euro): Fattura Sprint, di Alessandro Berbenni e Luigi Zanderighi.

Terzo posto (grant da 10 mila euro): Way4Spot, di Alessandro Ingala e Michele Preziosi, che già avevano ben figurato ad Innovaction Lab.

 StructsLab di Marco Rinelli, Federico Ardito e Alessandro Nanni ha invece vinto un premio in servizi. Servizi cloud, ovviamente, immaginando che li possano supportare nello sviluppo del loro portale per il supporto all’intero ciclo di realizzazione di strutture.

Abbiamo trovato interessanti anche altre proposte, che in questo specifico contest non rientravano nella nostra “griglia” ma che ci siamo ripromessi di incontrare e delle quali avremo modo di parlare molto presto.

Galleria fotografica dell’evento.

[AFG_gallery id=’12’]

 

 

 

 

 

 

Accedi

Registrati | Password dimenticata?