In-recruiting per Expo 2015: intervista a Matteo Cocciardo

Con picchi di 30.000 candidati per annuncio, il software di recruiting per Expo 2015 continua a selezionare personale. Il CEO Matteo Cocciardo ci racconta il successo del suo ATS

Expo2015, l’evento che vuole “creare linee guida per avere nel futuro cibo sano, sicuro, sostenibile e sufficiente per tutti” è cominciato. Con oltre 140 Paesi coinvolti, per un’Italia in crisi da anni è molto atteso anche per l’impatto che potrà avere sul mondo del lavoro benché temporaneo.

Protagonista assoluta della ricerca dei candidati ideali, ManpowerGroup, che ha già selezionato e continuerà a selezionare varie figure professionali – area team leader, operatori grandi eventi, interpreti, responsabili di padiglione, hostess, fotografi, sommelier.

Dietro tutto questo, chiaramente, c’è un software: In-recruiting. In-recruiting è un Applicant Tracking System/Recruiting Software (ATS) interamente sul Cloud Seeweb, grazie al quale si gestisce tutto il processo di reclutamento e selezione dei candidati.

Abbiamo fatto qualche domanda a Matteo Cocciardo, CEO e co-founder di Intervieweb S.r.l., società che ha sviluppato e commercializza In-recruiting, per capire qualcosa di più su questo software, protagonista dietro le quinte di Expo2015, e che ha contribuito alla selezione e assunzione di più di 5.000 candidati che lavoreranno per l’evento.

Accedi

Registrati | Password dimenticata?