81 Cyber Attack al minuto: cosa sapere per proteggersi

42,8 milioni di attacchi in un solo anno, vale a dire: 117339 al giorno e 81 al minuto.

Anno dopo anno, la quantità di malware è andata ad aumentare. Nel 80% dei casi si tratta di problemi di sicurezza legati a software non adeguatamente aggiornati e alla vasta diffusione dei Social Network, divenuti lo strumento ideale per attività di Social Engineerin.

Secondo quanto riportato da Akamai (Q2 2015 State of the Internet Security Report), gli ultimi mesi rispetto a quelli dello scorso anno hanno riscontrato un notevole aumento di attacchi di tipo DDoS. Se i dati sopra riportati fanno spavento, occorre sapere che si riferiscono al 2014 e che il secondo quarter del 2015, rispetto al medesimo dello scorso anno, ha visto raddoppiare il numero di attacchi.Infografica Cyber AttackLe recenti attività di hacking, sono divenute ben più pericolose di quelle attuate in passato, in quanto, anzichè volte a defacciare un sito web, hanno lo scopo di diffondere malware silenti per sferrare attacchi di tipo DDoS di grandi proporzioni, che continuano ad aumentare di anno in anno.

Tra aprile e giugno ci sono stati 12 attacchi con picchi che hanno superato i 100 Gbps al secondo. Il più grande attacco dei mesi scorsi è durato più di 13 ore e ha superato i 240 Gbps di banda e sono davvero poche le aziende che hanno le capacità e le competenze di resistere ad attacchi di questo genere. In sostanza gli attacchi sono aumentati del 132% rispetto allo stesso trimestre del 2014 e del 7% rispetto ai primi mesi del 2015 anche se, il picco di banda osservato è rimasto inferiore rispetto al trimestre del 2014.

Verizon rapporto 2014: 9 tipologie di cyber attack

Verizon rapporto 2014

Secondo il rapporto Verizon, società che si occupa di servizi di comunicazione a banda larga, nell’ultimo anno il cyberspionaggio e i cyber attack sono triplicati. La Cina si conferma come la nazione con maggiore attività di attacchi cyber e di attività di spionaggio.

Per il Verizon rapporto 2014 sono stati analizzati più di 100mila incidenti di sicurezza avvenuti nell’ultimo decennio ed è stato possibile suddividerli in 9 tipologie differenti a seconda del settore di competenza. L’indagine svolta mostra come nel 92% dei casi gli attacchi siano riconducibili a una di queste 9 tipologie. All’interno del rapporto si è infatti scoperto come i cyber attack variano a seconda del settore di riferimento. L’azienda sottolinea l’importanza di politiche di security risk management in quanto possono contribuire a rafforzare i sistemi informatici e a ridurre le possibili esposizioni.

Accedi

Registrati | Password dimenticata?