To Cloud or Not To Cloud: archiviare su Cloud Storage

Se cerchiamo un posto sicuro dove mettere i nostri dati la soluzione è Cloud Storage

Non staremo qui ad elencare i vantaggi dei prodotti basati sulla tecnologia cloud, ve ne abbiamo parlato più di una volta e l’argomento è diventato piuttosto dibattuto negli ultimi tempi.

Sapete già che il cloud fa risparmiare tempo e denaro, rende i file sempre disponibili da qualsiasi postazione e i servizi scalabili in real time. In particolare, il Cloud Storage è la possibilità di avere un disco sul quale memorizzare grandi quantità di dati, senza dover acquistare un server.

Consigli su Cloud Storage

Volare su Cloud Server? Zero rischi, più vantaggi!

volare su cloudAvete in programma di virtualizzare lo storage ma temete di rimanere delusi? Il passaggio del vostro hardware on the cloud è quanto di meglio si possa fare, se fatto con criterio.

Traiamo spunto da una recentissima ricerca di DataCore per qualche riflessione sul tema. DataCore ci dice che, nel fronteggiare l’impatto dello storage sui progetti di virtualizzazione, nell’anno 2012 lo spauracchio degli amministratori IT sono stati downtime e scarse performance applicative piuttosto che i costi. Il problema però non nasce dalle virtualizzazioni, bensì da scelte sbagliate.

Con Cloud Server è diverso: le risorse vengono divise in maniera netta e virtualizzate in rapporto 1:1 con l’hardware. Assegnate a ogni singola istanza server, vengono bilanciate perfettamente su un sistema di nodi fault tolerant in architettura N+1. Lo storage che c’è dietro il cloud di Seeweb è poi ad alte prestazioni (IBM XIV), e questo ci permette di garantire un uptime del 99.9% con penale pur mantenendo prezzi concorrenziali. Provare per credere.

La mole di dati aumenta? È ora di Cloud Storage!

Cloud Storage per i tuoi dati

Il Cloud Storage è il presente, nonché il futuro, delle aziende italiane.

Oggi abbiamo a che fare con enormi quantità di dati da gestire. Aziende così come privati: tutti vorremmo tanto spazio a disposizione, quando ci serve; vorremmo accedervi da ogni dove, e che fosse sicuro e a prezzi invitanti. Il Cloud Storage è tutto questo: è la possibilità di avere del disco senza per forza acquistare un server. E’ spendere poco e avere a portata di mano, ovunque ci si trovi, i propri file a disposizione, con la garanzia di un backup sicuro. Per le aziende italiane, in particolare per le PMI di cui il nostro Paese è costellato, il prodotto giusto. Eppure, è in America che il suo uso si sta diffondendo a ritmi incalzanti, mentre da noi ancora stenta a decollare, come svelano anche recenti statistiche. Anche in questo caso arriveremo in ritardo? Noi, nel frattempo, stiamo cercando di cambiare il mood. Prima di tutto, tramite la forza del prodotto: 100 GB di disco e 1 TB di traffico a soli 10 Euro/mese e tutto il resto a consumo; pannello multi-utente; semplicità d’uso tramite le API più note e a breve il più tradizionale file manager, che stiamo predisponendo. Oltre tutto questo, la tranquillità di dati salvati su due datacenter distinti, garanzia assoluta per chi voglia un backup su territorio italiano. Noi abbiamo accelerato, ora tocca a voi.

Si chiama XIV la SAN di Seeweb

Panoramica XIVCosa contribuisce a fornire performance e scalabilità alla nostra cloud infrastructure? Sicuramente il nostro sistema di storage, che si chiama XIV (non leggete come fosse un numero romano).

XIV è uno storage system progettato per eliminare il problema della complessità nella gestione dello storage. Grazie alla sua intelligente struttura fatta di moduli paralleli, XIV è ideale per essere usato in ambienti virtualizzati e strutture cloud.Panoramica XIV

Un po’ più dettagliatamente, XIV è costituito da 15 moduli con CPU x86. Ognuno di essi è un computer a sé, con la sua memoria, le sue interconnessioni e altre sottocomponenti. I moduli sono collegati in parallelo usando sia connessioni InfiniBand (sistemi di terza generazione) che Ethernet (sistemi di seconda generazione) e ognuno ha 12 unità disco, 8 GB di RAM, CPU Intel Quad-core, 4 porte Ethernet.

Se per esempio si perde un modulo di dati, prima di sotituirlo le 12 unità vengono ricostruite sulle altri 14 moduli, con un tempo di ricostruzione di massimo 40 minuti. Ossia, i dati possono essere recuperati da tutte le unità rimanenti in maniera contestuale.

Ad oggi, possiamo dire che XIV è stato un ottimo investimento.

Accedi

Registrati | Password dimenticata?