Seed Beer: l’allegria della birra stimola l’innovazione

Alla ricerca d’una idea innovativa nella Cloud Intensity

Siamo partiti! Nel proporre il concetto di Cloud Intensity, Seeweb sta mettendo a confronto esperti ed ideatori in incontri informali ad invito.

Da sinistra a destra Linguerri, Stamigni, Ranieri e Landini alla Brasserie 4:20

Da sinistra a destra Linguerri, Stamigni, Ranieri e Landini alla Brasserie 4:20

Il primo incontro “Seed Beer” si è tenuto il 27 marzo alla Brasserie 4:20, bellissimo locale di Porta Portese a Roma, noto per le sue birre artigianali e per gli ottimi piatti. Massimo Chiriatti (giornalista), Antonio Leonforte (imprenditore) e Marco Rinelli (Microsoft Lab di Roma 3) hanno ascoltato le idee di Massimo Fabbri (Manicomix, editore digitale), Fabrizio Landini e Fabio Ranieri (The Story You Make, storytelling), Diego Stamigni (Aurora IA) e Stefano Linguerri (Rapa Nui, cloud game development). A fare gli onori di casa per Seeweb c’era il giornalista Leo Sorge.

Come dice il nome dell’iniziativa si punta a un seed, un investimento in denaro nell’ordine di alcune decine di migliaia di euro che Seeweb intende assegnare nel corso dell’anno ad una o più proposte interessanti nello sfruttamento intenso di risorse cloud. Le regole di partecipazione verranno presentate a breve, quindi restate sintonizzati!

Accedi

Registrati | Password dimenticata?