Servizi Cloud per aziende: da «Mi interessa il Cloud?» a «Quali vantaggi?»

Servizi Cloud per aziendeServizi Cloud per aziende, dalla possibilità di ridurre costi di manutenzione e consumi energetici a occasione unica di vantaggio competitivo

«Cloud means that there is no need to continuously pay for resources that are not needed.» Si dice che il Cloud stia liberando tutto quel denaro che, fino a pochi anni fa, era “intrappolato” nella legacy IT. Tanti sono, infatti, gli sprechi che ogni anno incidono negativamente sul bilancio finale. Costi che, con le nuove tecnologie, possono essere significativamente ridotti.

Quando si parla di servizi Cloud per aziende, ci si riferisce a prodotti altamente scalabili, performanti e affidabili. Parlare di Cloud significa quindi parlare di una tecnologia che per funzionare correttamente non ha bisogno di continuare a usufruire di risorse che non sono necessarie (fonte).

Oggi le aziende sono sempre alla ricerca di nuovi modi per ottimizzare i propri prodotti e servizi riducendo le spese operative. Il Cloud, insieme all’automazione e agli oggetti sempre connessi dell’Internet Of Things, fa parte di quelle tecnologie che stanno rivoluzionando le aziende.

Rappresenta la grande opportunità per tutte quelle società che desiderano mantenere un vantaggio competitivo sul mercato globale. La scelta dei servizi Cloud per aziende viene favorita anche, e soprattutto, per il fatto che tale tecnologia è altamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico che di prezzo. Abbiamo detto più volte quanto le soluzioni dedicate abbiano costi maggiori relativi all’acquisto del dispositivo tecnologico, che nel giro di pochi mesi sarà obsoleto. Inoltre, adottare sistemi di Industria 4.0, significa essere in grado di controllare e gestire in tempo reale la quantità di elettricità utilizzata dall’impianto.

Pay as you Growth. È sicuramente uno dei primi vantaggi dei servizi Cloud. Permette ai clienti di usufruire di determinate potenze di calcolo in base alle esigenze del momento.

Servizi Cloud per aziende: il panorama italiano

Il Cloud in Italia è sempre di più una realtà consolidata e lo dimostrano anche i numeri. Nell’ultima ricerca condotta da Sirmi, emerge come tra il 2016 e il 2017 si registra un aumento del 26,4% dell’adozione di soluzioni in Cloud con un valore di mercato pari a 1,9 miliardi di euro.

Nel 2017 le soluzioni SaaS sono quelle maggioritarie, si registra una crescita rispetto all’anno precedente del 25,3% con un valore di 818,5 milioni di euro. Quelle IaaS presentano il più alto valore di mercato, con una crescita del 23,3%, dove vengono messe a disposizione anche risorse hardware. Quelle PaaS, vedono una crescita del 42,1% e il valore di mercato è pari a 98,1 milioni di euro.

Servizi Cloud per Aziende situazione italiana 2017

Servizi Cloud per aziende: siamo passati da «Mi interessa il Cloud?» a «Come posso trarne vantaggio?»

Dallo studio emerge come nell’ultimo anno il Cloud in Italia sia cresciuto e si è trasformato da alternativa a sistema IT interno, a efficace opportunità per realizzare la Digital Transformation, a reale opportunità di competitività sul mercato.

A oggi, il 31% delle Pmi fa uso del Cloud e, tra quelle che lo adottano, metà lo fa anche su ambienti core e mission critical. Recenti studi dell’Unione Europea confermano inoltre che con la “nuvola” si può arrivare a risparmiare fino al 30% delle bollette informatiche aziendali, creando 2,5 milioni di nuovi posti di lavoro con un aumento del prodotto interno europeo pari all’1% entro il 2020.

Un altro vantaggio, connesso con il precedente, ruota intorno al team IT qualificato. Acquistare servizi di cloud pubblico significa anche che si potrà usufruire del servizio di assistenza offerto dal provider.

Servizi Cloud per aziende: l’importanza di un Cloud Provider italiano

Quando si è alla ricerca di un provider, le aziende devono valutare delle caratteristiche ben precise. Tra queste: assistenza tecnica e garanzia di SLA. Per essere ottimale, l’assistenza dove essere H24 e 7 giorni su 7, mentre lo SLA, ovvero il rimborso dell’intero canone del servizio in caso di sforamento, molto vicino al 100%.

A quanto pare, secondo la ricerca Sirmi, un altro dato fondamentale nella scelta del provider è la sua provenienza. Se l’azienda è italiana, viene prediletto un Cloud Provider italiano. Perché?

  • Maggiore aderenza alle normative;
  • Maggiore conoscenza del mercato e del contesto italiano;
  • Maggiore possibilità da parte del cliente;
  • Maggiore garanzia di sicurezza del dato;
  • Maggiore privacy e tutela.

Se vuoi maggiori informazioni in merito alla giusta soluzione Cloud per la tua azienda, scrivici in Chat Live!

Fonte immagini e dati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accedi

Registrati | Password dimenticata?