NoSQLDay 2014: l’evento della community per la community

Si sente sempre di più parlare dei database non relazionali accomunati dalla sigla NoSQL. Quello su cui si hanno ancora dubbi è sul fatto che siano efficienti come dicono, se possono essere utilizzati anche per progetti di una certa importanza e in ambiente di produzione. Per rispondere a ogni dubbio, a partire dal 2011, prima WEBdeBS, poi GrUSP e PUG Friuli, iniziano ad organizzare il NoSQLDay che, per parafrasare una loro frase, è “l’evento della community per la community“.

Quest’anno il NoSQLDay 2014 è giunto alla sua terza edizione e, come per gli anni passati, consiste in una sorta di incontro con chi ha avuto esperienza diretta con queste tematiche. Durante il NoSQLDay 2014, verrà data l’opportunità a tutti i partecipanti di apprendere in un’unica giornata tante nozioni sui database di ultima generazione. Come per lo scorso anno l’evento si terrà a Udine, il 21 novembre 2014 presso il Cinema Visionario in Via Fabio Asquini 33, per partecipare occorre registrarsi sul sito ufficiale. L’idea dell’evento nasce per aiutare gli sviluppatori ad entrare in contatto con le nuove soluzioni e per presentare le evoluzioni di quest’ultime nel corso degli anni.

Se finora le passate edizioni dell’evento erano state organizzate in italiano, quest’anno l’edizione del NoSQLDay 2014 sarà internazionale per rispondere alle richieste di relatori ed esperti stranieri che vogliono partecipare all’evento. Noi ci saremo e per l’occasione abbiamo pensato di fare qualche domanda a Daniel Londero, uno degli organizzatori.

1) Siamo giunti alla terza edizione del NoSQLDay, cos’è cambiato negli anni?

Quello che è certo è che l’evento cresce. Saremo sempre a Udine ma in una location più grande e più adatta alla forte domanda registrata già l’anno scorso quando il sold-out fu raggiunto a 135 partecipanti lasciando purtroppo fuori una trentina di persone in lista d’attesa.

In termini di contenuti registriamo presentazioni sempre più tecniche e pratiche segno che le tecnologie e gli strumenti di cui si è parlato in passato magari in modo introduttivo sono ora utilizzati da un numero sempre maggiori di realtà del settore IT.

2) Durante questa nuova edizione l’evento sarà internazionale per via delle richieste di relatori ed esperti di settore stranieri, vi aspettavate questo successo?

È un obiettivo a cui lavoravamo da tempo e la scelta di Udine come location era anche dovuta alla vicinanza di Austria e Slovenia nell’intento di facilitare la partecipazione di ospiti internazionali. È stato comunque sorprendente vedere la quantità di abstract ricevuti da speaker stranieri nonostante questa sia la prima edizione internazionale dell’evento.

3) Quale sarà l’obiettivo della nuova edizione NoSQLDay 2014?

Innanzitutto confermare la qualità dei talk permettendo ai partecipanti di apprendere nozioni tecniche e seguire presentazioni in grado di aiutarli a risolvere problemi reali e di migliorare le proprie infrastrutture utilizzando nuovi strumenti. Crescere a livello internazionale è un altro obiettivo e siamo sicuri che lavorando sulla qualità dei contenuti sia il modo migliore per farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accedi

Registrati | Password dimenticata?