Nome a dominio e SEO: i fattori da prendere in considerazione

Nome a dominio e SEOSono diversi i fattori da prendere in considerazione per scegliere il nome a dominio e molti di questi influenzano la SEO del sito

La scelta del dominio è importante, in quanto, dopo averlo scelto rappresenterà il modo in cui i visitatori percepiranno il proprio sito ed esprimerà i contenuti che verranno trattati al suo interno. Per far sì che il sito venga indicizzato dai motori di ricerca è bene iniziare a mettere in campo le tecniche SEO a partire dalla scelta del nome a dominio.

Quali sono i fattori di ranking di Google?

Sicuramente tra i principali fattori di posizionamento per Google ci sono:

  • Il numero di backlink di una pagina;
  • Il contenuto della pagina;
  • L’user experience del sito.

Chiaramente più si ha un buon posizionamento più aumenteranno le visite al sito, più si avranno maggiori chance di far passare gli utenti da lead a prospect. Un buon posizionamento all’interno dei motori di ricerca è quindi spesso collegato ad un aumento del fatturato e i gestori di siti aziendali o di negozi online si dedicano assiduamente all’ottimizzazione del proprio sito per i motori di ricerca.

Tutto questo cos’ha a che fare con il nome a dominio? Quale influenza potrebbe avere il nome sul posizionamento? La questione è ancora molto discussa, i fattori di ranking di Google non sono una regola fissa e molto dipende dall’algoritmo che stabilisce l’ordine dei risultati di ricerca.

Fino a qualche tempo fa, si asseverava il fatto che i domini contenenti keyword rilevanti per il target di riferimento avessero qualche vantaggio nel posizionamento su Google. In questo modo le keyword presenti nel nome a dominio rappresentavano un riferimento diretto tra la ricerca dell’utente e il sito web. Ciò influiva positivamente sia sul CTR che sul Bounce, favorendo un posizionamento migliore del sito. Tuttavia negli ultimi anni, con l’aggiornamento dell’algoritmo di Google, vengono premiati i siti con contenuti di qualità indipendentemente dal dominio.

Cosa comporta questo cambiamento? Sicuramente la diminuzione dei nomi a dominio composti da keyword a favore della scelta del proprio marchio (che va ad influire sul brand).

Il nome del marchio utilizzato come dominio infatti non è solo rilevante ai fini SEO, ma importante soprattutto per l’immagine dell’azienda: chi utilizza un brand name facile da ricordare come dominio del proprio sito, rinforza anche la brand identity.

Il nome del dominio non dovrebbe essere scelto solo ragionando in un’ottica SEO, ma anche tenendo conto degli utenti. Avere un nome dominio breve e facile da ricordare, nonché con una certa rilevanza tematica e facilmente riconoscibile è fondamentale.

Tips & tricks per la scelta del nome a dominio

Occorre rivolgersi alla propria nicchia di mercato e conquistarla, pensare alla psicologia della propria audience. Chi saranno i visitatori tipo? Cosa si aspettano di trovare? Un sito di successo durerà negli anni per cui il consiglio è quello di non lasciarsi guidare dalle tendenze del momento e di scegliere un nome che sia abbastanza forte.

Oggigiorno non possiamo trascurare il fattore social network. Prima di scegliere il dominio è buona norma fare dei controlli incrociati su tutti i maggiori social network accertandosi che questi nomi non siano già stati utilizzati.

Abbiamo detto che possiamo fare a meno di inserire le keyword nel nome a dominio e che possiamo puntare sul nostro brand.  Tuttavia, vi sono delle eccezioni, se il marchio non è conosciuto è meglio puntare su un nome descrittivo, breve e diretto, contenente pochi numeri e trattini, e che abbia un’estensione conosciuta. In questo caso il consiglio è quello di portare avanti un’attività di brand protection acquistando le principali estensioni libere relative al nome a dominio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Accedi

Registrati | Password dimenticata?