gestire i picchi di traffico online con cloud e appliance

Gestire i picchi di traffico online: il caso di Scratch&Screen

Creare un’infrastruttura per prevenire downtime: come gestire i picchi di traffico online

 

Di cosa si preoccupano le aziende che offrono servizi e prodotti online se non di crescere e aumentare le vendite?

Allo scopo, è necessario mantenere alta la velocità del sito e gestire i picchi di traffico quando, soprattutto in certi giorni dell’anno, si vende di più e si genera molto traffico.

Subire cali di performance delle applicazioni web proprio nel momento in cui registriamo maggiori connessioni e volumi di traffico sul nostro portale non è certo un buon modo per aumentare il fatturato.

Web agency, ma anche clienti con business variegati si affidano alla sicurezza del Cloud Seeweb e alla nostra consulenza per creare infrastrutture sicure e in grado di supportare “impennate” di traffico, programmate o improvvise che siano.

Situazioni che richiedono un’attenzione speciale sono poi quelle di eventi che in un determinato momento o giorno devono fronteggiare un sostanzioso numero di accessi simultanei: lotterie, giochi a premi, tombolate, iscrizioni a corsi.

Un esempio d’infrastruttura capace di sostenere un picco di carico senza downtime

 

Partiamo con il dire che prima di ogni preventivo c’è sempre uno studio delle esigenze del cliente.

Studio ancora più accurato se il suo progetto deve essere in grado di sostenere alti carichi di traffico prodotti in breve tempo.

Carichi che “stressano” l’architettura web se le risorse non sono sufficienti e ben bilanciate.

Ma partiamo dalle fondamenta.

Il servizio Seeweb alla base di un progetto ad alto tasso di traffico è sicuramente il Cloud Server corredato da uno o più appliance e soluzioni in grado di aumentare i suoi livelli di performance, sicurezza, efficienza e flessibilità.

Un primo e immediato vantaggio del modello Cloud Seeweb è poter unire alla più “standard” scalabilità orizzontale una scalabilità verticale che permette una crescita verso l’altro dell’architettura senza alcuna variazione sulla stessa, come ti abbiamo spiegato nell’articolo Scalabilità orizzontale o verticale sul cloud: cosa scegliere?

A fronte di un progetto importante e che si basa su più virtual machine, inoltre, ci sono alcune soluzioni che permettono di ridurre fortemente il rischio di cali di performance e di gestire i picchi di traffico online grazie al giusto investimento:

  •  load balancer, appliance che ha la capacità di distribuire il carico sui server, come descritto nell’articolo Load Balancer: a cosa serve e come sfruttarlo al massimo
  • cloud backup, che ti consente di mettere al sicuro tutti i tuoi dati sul Cloud. Basato sul software IBM Spectrum Protect offre una dashboard dalla quale puoi pianificare i tuoi backup per uno o molteplici nodi, decidere la frequenza e il numero di versioni con cui desideri che i tuoi file vengano sottoposti a backup, scegliere quali file escludere dal processo, etc.

 

Oltre alle opzioni prima citate per bilanciare e mettere in sicurezza, il nostro team tecnico consiglia – se hai in programma un evento e non vuoi essere esposto a rischi di blocco – di attivare un servizio di monitoraggio delle performance, Cloud Monitor e avere sempre sotto controllo l’uptime di siti web e applicazioni.

gestire picchi di traffico online senza cali di performance

Cloud Monitor, attivabile su tutti i prodotti Seeweb, ha la funzione di:

  • monitorare server e parametri a tua scelta tra tutti quelli più cruciali (ping, http, https, ftp, MySQL etc)
  • inviare alert via email o SMS in caso di superamento dei criteri impostati
  • offrire un controllo da più aree geografiche (utile in caso di business che si rivolgono a diversi Paesi nel mondo)
  • verificare quanto tempo ci vuole per caricare una pagina html (“Full Page Load”), quanto di più importante per “mettersi nei panni del cliente” e capire come sta andando la sua user experience
  • intervenire in modo tempestivo in caso i parametri non siano soddisfacenti, bloccando la possibilità di indietreggiare nel posizionamento sui motori di ricerca

 

Inoltre, puoi sempre chiedere il supporto del team Seeweb grazie ai diversi livelli di assurance, dalla più basic “Prestige” fino all’assistenza telefonica dedicata unita a varie attività di supporto lato sistemistico e di consulenza.

L’esempio di Scratch&Screen

 

Un esempio di infrastruttura che deve reggere picchi di traffico improvvisi non indifferenti è quella del nostro partner Felik srl.

Scratch&Screen, la piattaforma di mobile marketing creata da Matteo Del Corno è infatti soggetta a momenti di particolare volume, e improvviso.

Si tratta di un’applicazione con cui è possibile, da parte del negozio o azienda, premiare il cliente grazie all’Instant Win gestendosi la piattaforma in totale autonomia.

Un esperimento di engagement del consumatore che molti centri commerciali di successo hanno già fatto con ottimi risultati.

Tra i servizi che Felix ha affiancato a Cloud Server, proprio il Load Balancer.

Che, quando sul sito arrivano varie richieste per via dei concorsi, permette di distribuire in modo bilanciato il carico su più istanze.

Se desideri approfondire la lettura Scratch&Screen: vincere con il mobile marketing scarica il documento da qui.

Buona lettura!

 

No Comments

Post a Comment

6 + 2 =

*

Accedi

Password dimenticata?