Seeweb sponsor di HackInBo 2017 Spring Edition

Il 6 e 7 maggio vi aspettiamo a Bologna per HackInBo 2017 Spring Edition

Abbiamo parlato più volte di HackInBo (qui trovate i post delle precedenti edizioni), l’evento che promuove il white hacking, con una tavola rotonda piena di esperti del settore e speech su novità e best practice su come proteggere i propri dati. L’abbiamo visto nascere, crescere, edizione dopo edizione, e diventare un evento di riferimento sulla sicurezza informatica. Con piacere continuiamo a seguirlo da vicino e anche per l’edizione HackInBo 2017 Spring Edition ci troverete come sponsor.

L’appuntamento di quest’anno è doppio, il 6 maggio c’è il Conference Day, il 7 maggio il Lab. Tra gli argomenti trattati durante la giornata del 6 maggio ci sono:

  • evoluzione del Security Operation Center (SOC) di un’infrastruttura critica;
  • analisi statica del codice attraverso l’uso di code property graph;
  • errori comuni di Content Security Policy (CSP) e come bypassarli;
  • panoramica su sul linguaggio Go e le sue principali caratteristiche Goroutine e GreenThreads;
  • speciale su penetration testing e Phishing, mediante l’illustrazione delle recenti metodologie sfruttate dai Phisher e un’analisi del dark-clear web alla ricerca dei profili attivi nel mondo del Phishing;
  • e molto altro!

iContenzioso, il software Cloud per commercialisti e avvocati, sceglie Seeweb

Intervista a Francesco Giudici, CMO e co-founder di iContenzioso, il software per la gestione del contenzioso tributario

iContenzioso è il software cloud pensato per commercialisti, avvocati e consulenti del lavoro che gestiscono procedimenti di contenzioso fiscale. Un task manager per professionisti, ideale per la gestione, il monitoraggio e l’archiviazione delle pratiche del contenzioso tributario.

Grazie alla tecnologia Cloud del software è possibile connettersi da qualsiasi device, creare nuove pratiche e assegnarle ai propri collaboratori, ricevere alert e notifiche sulle prossime scadenze, automatizzare la produzione di documenti (come la Nota di Iscrizione a Ruolo o i DR del Sistema Qualità), monitorare lo stato di avanzamento del lavoro per ogni cliente, archiviare i documenti su spazio cloud illimitato e molto altro ancora.

Incuriositi da questo sotfware, abbiamo intervistato Francesco Giudici CMO e co-founder di iContenzioso.

Cloud Security Alliance Italy: intervista al presidente Alberto Manfredi

Seeweb supporta le attività dell’associazione CSA (Cloud Security Alliance Italy) per promuovere l’utilizzo del Cloud in totale sicurezza

Il Cloud Provider Seeweb continua la sua campagna basata sulla trasparenza dei modelli, misure di sicurezza e privacy, adottati per proteggere i dati dei propri clienti. Da dicembre 2016 è partner di CSA Italy, associazione no-profit di diritto italiano costituita nell’Ottobre 2011, Capitolo nazionale di Cloud Security Alliance, associazione internazionale che nasce con lo scopo di promuovere l’utilizzo di buone pratiche per la sicurezza del cloud computing.

CSA ad oggi conta più di 330 aziende associate, 20 organizzazioni affiliate ed è seguita da una comunità di più di 73.000 professionisti interessati a conoscere, contribuire ed essere parte attiva nel mercato della sicurezza del Cloud. CSA ha già attivato più di 30 iniziative di ricerca sulla Sicurezza del Cloud, coordina più di 80 capitoli a livello nazionale, gestisce e promuove le certificazioni di sicurezza indipendenti CSA STAR per aziende e CCSK per professionisti.

Abbiamo intervistato Alberto Manfredi, Presidente del Cloud Security Alliance Italy, per capire di più sugli obiettivi e vantaggi che apporta l’associazione.

Save The Children: una panoramica sulla sua infrastruttura web Cloud

Lorenzo Catapano, Head of Digital Department di Save The Children racconta il backstage dell’infrastruttura Cloud

Save The Children non ha bisogno di presentazioni, tutti noi sappiamo che, fin dal 1919 lotta per i diritti dei bambini e per migliorare le loro condizioni di vita in tutto il mondo.

È tutt’oggi la più importante organizzazione internazionale indipendente dedicata a salvare i bambini in pericolo e a promuovere i loro diritti. Opera in 122 paesi del mondo con programmi di salute, risposta alle emergenze, educazione e protezione dei bambini dagli abusi e dallo sfruttamento.

Nel 2015 ha svolto il suo lavoro in 55 paesi (compresa l’Italia) raggiungendo quasi 4 milioni di beneficiari e, grazie al supporto dei donatori e partner sono riusciti ad aumentare del 20%, rispetto al 2014, i fondi destinati ai progetti.

Essendo noi un Cloud Provider, abbiamo voluto sapere di più sull’infrastruttura web e le specifiche esigenze che può avere un’organizzazione così importante come Save The Children. Perciò, abbiamo chiesto direttamente a Lorenzo Catapano, Head of Digital Department, di raccontarci il backstage tecnologico.

Accedi

Registrati | Password dimenticata?