CSSDay

Arriva il CSSDay 2018: intervista a Giulia Tosato

 Il 16 marzo a Faenza c’è il CSSDay, e Seeweb sarà tra gli sponsor. Giulia, coordinatrice dell’evento, ci spiega perché questa conferenza è imperdibile

 

CSS: cosa sono? Sono quei “fogli di stile” che concorrono a definire lo stile di una pagina web, in collaborazione con l’HTML, ma sempre in modo separato dai contenuti.

I CSS sono preziosissimi perché ti permettono di fare delle modifiche sul piano grafico senza impattare sui contenuti o generare errori nel codice del sito.

Secondo il team del GrUSP, che organizza la conferenza del 16 marzo a Faenza e nella quale saremo presenti come sponsor, i CSS sono un strumenti potentissimi ma al contempo poco valorizzati.

Di qui l’idea di un evento “dedicato”, occasione per sviluppatori e appassionati di imparare tanto (in questa edizione, il focus sarà sulle varie metodologie e tecnologie e soprattutto sulle best practice da applicare).

Seeweb: Giulia, il CSS Day è alle porte: presentaci questa nuova edizione.

Giulia Tosato, organizzatrice del CSSDay

Giulia: Il CSSDay è l’unica conferenza italiana dedicata esclusivamente ai CSS: pensiamo sia importante ridare spazio e dignità a questa tecnologia, che rende tutti i siti belli e leggibili.
Siamo ormai alla quarta edizione! Prima di trasformarla in una conferenza a sé era una track del jsDay: il grande successo di ogni edizione ci dimostra che è stata una buona idea.

Seeweb: Che tipo di risposta vi aspettate dal pubblico?
Giulia: Ci aspettiamo anche quest’anno più di 200 persone, e come per tutti gli eventi del GrUSP non sarà solo una intensa giornata di formazione – ci sono ben 9 talk di spessore! – ma anche una giornata per incontrarsi, conoscersi, fare networking.
Vogliamo offrire alla community di sviluppatori una occasione di formazione di qualità, e un evento inclusivo e accessibile!

Seeweb: L’evento si rivolge sopratutto agli sviluppatori. Cosa impareranno da questo nuovo CSS Day?

Giulia: Quest’anno abbiamo 9 talk molto interessanti! Alcuni relatori sono ben conosciuti e sono già stati con noi anche nelle edizioni precedenti, altri sono alla prima partecipazione.
Si parla molto di performance, tema molto “caldo” ultimamente; si parla anche di font e di come trattarli all’interno del codice.
Sentiremo esperienze di automazione dei processi di lavoro, attraverso l’uso di framework e dal punto di vista della metodologia.
In generale, sarà l’occasione per fare il punto sulle molte novità degli ultimi 2 anni: integrazioni con JavaScript, animazioni, transizioni.
E inoltre, c’è la possibilità di approfondire molto bene un tema in particolare, durante la giornata di workshop “SASS for BEM development”.
Si svolge il giorno prima della conferenza, quindi Giovedì 15 Marzo, ed è un corso nel quale verrà introdotto BEM, come sfruttare la sua scalabilità e avere tutto sotto controllo, e imparare qualche trucco sul codice SASS per ridurre al minimo la duplicazione.

Seeweb: Quali le novità rispetto alle edizioni passate?

Giulia: Una novità importante è proprio il workshop (per il quale i posti sono limitati!).
L’altra novità è la venue: torniamo al Cinema Teatro Sarti (ci eravamo già stati nel 2016).
Uno spazio ampio, comodo, ben attrezzato – oltre che molto bello!

Seeweb: Come ci si può registrare all’evento?

Giulia: I biglietti sono in vendita su Eventbrite, sia quelli per la conferenza che quelli per il workshop. Si tratta di due biglietti distinti, quindi ci si può registrare all’una o all’altra giornata, o a entrambe acquistando i due diversi ticket.
Per ricevere notizie e aggiornamenti su questa conferenza e gli altri eventi del GrUSP, ci si può iscrivere alla newsletter.

Tag:
Nessun Commento

Scrivi un Commento:

*

Accedi

Registrati | Password dimenticata?