Num. Verde 800 11 28 25

AdUnMetro: l’e-commerce nato in emergenza non si ferma più

Indice dei contenuti

AdUnMetro ha aiutato i negozi durante il lockdown. Ecco come continuerà a farlo

Dal primo momento dell’emergenza sanitaria da Coronavirus per l’agenzia web di Verona Webmotion si sono susseguiti giorni e giorni di lavoro intensissimo.

Il team di questi artigiani digitali, come si definiscono, si è chiesto da subito come potesse dare un contributo in un momento così complicato, mettendo in gioco le sue competenze.

Il risultato è stato ideare e creare una piattaforma e-commerce che per tantissimi piccoli esercenti, inizialmente con base a Verona ma poi di ovunque, è stata una vera manna.

Abbiamo intervistato Andrea Tosi, Co-Owner Webmotion, per capire le dinamiche di questo enorme successo e quali saranno le future evoluzioni del servizio nelle fasi di convivenza con il virus. 

Andrea, come esplode il successo di AdUnMetro?

«Abbiamo diffuso il progetto principalmente via social. Chiunque avesse un’attività commerciale, con AdUnMetro avrebbe continuato a lavorare in tutta sicurezza. E gratis: per tutto il periodo del lockdown abbiamo offerto il servizio a costo zero.

Di qui il grande successo. Poi, hanno cominciato a parlare di noi Il Sole 24 Ore, larena.it e la stessa Regione Veneto attraverso il Governatore Luca Zaia, aumentando la visibilità dell’iniziativa. In pochissimo tempo siamo arrivati a oltre 1000 negozi gestiti».

Il-team-veronese-di-webmotion-ideatore-adunmetro
Il team di Webmotion

Quali caratteristiche rendono AdUnMetro alla portata di tutti?

«L’estrema semplicità di utilizzo è il punto di forza assoluto di AdUnMetro.

Tutti possono gestirsi il proprio negozio e organizzare pagamento e consegna in modo intuitivo, aspetto che ha incrementato le stesse vendite dei negozianti che, in fase lockdown, hanno continuato a vendere senza rischi, al contempo familiarizzando con l’e-commerce.

C’è da dire che questo non sarebbe stato possibile con piattaforme quali Prestashop o Magento, per esempio, perché orientate a un utente diverso. Webmotion utilizza software proprietario e questo ci ha permesso di adattare il CMS alle esigenze di quel target». 

Che supporto vi ha dato l’infrastruttura tecnologica al progetto?

«La scalabilità del cloud ci ha aiutato a gestire, dopo appena una decina di giorni dall’uscita di AdUnMetro, numeri sempre più elevati. Qui Seeweb, e in particolare Matteo Minotti che ringraziamo, ci ha supportato nel giusto dimensionamento dell’infrastruttura in risposta all’aumento del numero di negozi da attivare, di giorno in giorno in crescita».

In questa nuova fase post-lockdown, come vi immaginate evolverà il servizio?

«Dopo mesi di servizio gratuito, lo abbiamo iniziato a proporre a un prezzo mensile sostenibilissimo: moltissimi clienti hanno deciso di proseguire l’avventura.

In particolare, diverse cantine lo stanno sfruttando per continuare a spedire i loro prodotti garantendo un’ottima user experience.

Anche per chi compra infatti è tutto molto rapido: non serve creare un account sul sito, basta mettere il prodotto nel carrello e pagare con PayPal, nella massima praticità».

Per saperne di più su AdUnMetro, la piattaforme e-commerce nata in emergenza sanitaria e che ancora supporta le attività commerciali con una formula estremamente accessibile per tutti, è possibile visitare il sito dedicato qui: https://www.AdUnMetro.it

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

− 1 = 1